mercoledì, Luglio 24

Riscoprire la guida con una Ford T Più di 500 persone hanno imparato a portarla su strada grazie al Gilmore Car Museum in Michigan

0

Una lezioni di guida alternativa? Beh in Michigan è realtà. Sì perché invece che avventurarsi per le strade americane con una utilitaria moderna, ecco che si può provare l’emozione dei primi guidatori con un’auto d’epoca. E che auto, visto che parliamo della famosa Ford T.

Parliamo uno dei modelli che nel 900 ha fatto storia, uno dei primi prodotto in serie. Certo, la velocità massima della Ford T è solo di 65 km/h, ma se pensiamo che è passato già un secolo dalla sua uscita dalla fabbrica è davvero qualcosa di unico poterla provare.

Più di 500 persone hanno imparato a guidare la Ford T grazie al Gilmore Car Museum vicino a Kalamazoo. «All’inizio, ero terrorizzato», dice uno dei ragazzi che ha fatto scuola guida con la Ford T, «Ero terrorizzato dal fatto che avrei potuto rompere qualcosa, ma poi ti rendi conto che queste cose sono state costruite a prova di proiettile». Le lezioni di quattro ore costano 105 dollari e comprendono tre unità didattiche e tre sessioni di guida e una visita alla vecchia fabbrica di Henry Ford.

Una volta che gli studenti completano il corso, hanno una cerimonia di laurea, dove ottengono un libro sulla Ford T, un DVD di filmati d’epoca vintage e un certificato di scuola di guida. Un’esperienza davvero da provare.

(video tratto dal canale Youtube di Associated Press)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.