lunedì, Novembre 11

Ramallah, nuove tensioni tra palestinesi e israeliani

0

Organizzazioni palestinesi hanno dato vita ad un’altra giornata di manifestazioni in tutti i territori per sostenere i prigionieri palestinesi detenuti nelle carceri israeliane, da 25 giorni in sciopero della fame. Il motivo dello sciopero sono le strette misure imposte dalle autorità israeliane per spezzare la protesta palestinese.

Violenti scontri tra manifestanti e soldati israeliani hanno provocato almeno 4 feriti vicino a Ramallah in Cisgiordania. I quattro palestinesi, colpiti da proiettili di gomma, sono stati evacuati in barella. I giovani incappucciati e mascherati, avevano lanciato pietre contro i soldati.

A lanciare l’allarme sulla situazione dei detenuti palestinesi è stato Qadoura Fares, dirigente dell’Associazione che si batte per i diritti dei prigionieri: «Il loro stato di salute è ormai critico, molti di loro non sono più in grado di alzarsi dal letto. Non possono nemmeno svolgere i loro bisogni fondamentali. Alcuni prigionieri sono malati e devono essere curati ma devono nutrirsi perché non possono assumere farmaci a stomaco vuoto».

(video tratto dal canale Youtube di RT)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.