giovedì, Luglio 18

Occhiali da sole, quali scegliere per andare in moto Qualche consiglio per l'acquisto di uno degli accessori più importanti nell'outfit di un motociclista

0

La bella stagione si è fatta attendere più del solito, ma dopo le abbondanti precipitazioni di maggio, il sole splende a giugno con temperature alte e stabili che rendono piacevole il passeggiare en plein air. Con questo meteo diventa particolarmente stimolante un giro in moto, da compiere evitando le ore calde del primo pomeriggio. Che si abiti in una grande città, in un borgo di campagna o in una zona costiera, la moto è il mezzo ideale per vedere scorrere il paesaggio, insolitamente verdeggiante dopo le piogge delle settimane scorse, davanti agli occhi. A ogni accelerazione, frenata e curva, il corpo del motociclista si fonde con la creatura meccanica scalpitante sotto la sella, diventando un tutt’uno che, quando si rispetta la sicurezza e il codice della strada, è un vero inno alla libertà e alla gioia di muoversi. 

In questa estate 2019 gli accessori che non possono mancare nell’outfit del motociclista sono di certo gli occhiali da sole, da scegliere con attenzione in base a numerosi fattori. Il primo fra tutti resta quello della sicurezza, che si esprime lungo il versante della visibilità: può e deve ancora avere senso, nella scelta dell’occhiale da sole più giusto, il guardare nitidamente lontano, proteggendo lo sguardo dai raggi solari. Altro fattore fondamentale è quello della comodità nell’uso quotidiano su strada: va scelto l’occhiale da sole che mette più a proprio agio in termini di comfort, un po’ come avviene con le scarpe giuste. Nel caso dell’abbinamento occhiali da sole – moto intervengono, poi, alcuni criteri di scelta peculiari, come lintegrazione degli occhiali al casco. Più in generale, si pone un problema di stile, l’esigenza di scegliere gli occhiali giusti per la moto giusta e il look desiderato: abituato a ricercare il valore estetico in ogni cromatura e accessorio della sua moto, perché il motociclista deve accontentarsi di un occhiale da sole non abbinato?

Se la scelta cade ad esempio su una moto classica, una custom stile ‘Harley Davidson, ‘Triumph o ‘Moto Guzzi tanto per intenderci, ci si potrebbe recare in ottica e valutare un modello dal design vintage, come gli occhiali Balenciaga o, in alternativa gli Occhiali Vuarnet del tutto simile a quegli occhiali a maschera che i motociclisti usarono pionieristicamente negli anni del boom economico. Per le moto più sportive, carenate e ricche di livree sgargianti, che spingono il motociclista ad assumere una posizione inclinata, schiacciata sulle bombature della tanica di carburante, non si può fare a meno di un occhiale che completi il lavoro aerodinamico del casco, risultando particolarmente adatto a proteggersi dalla velocità e dalla luce. Per andare in moto, proprio per la presenza del casco, infine è bene scegliere occhiali da sole con montature semplici, essenziali, poco ingombranti, per aumentare la gradevolezza del viaggio senza sottoporsi a sensazioni fastidiose durante le medie e lunghe percorrenze.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore