giovedì, Dicembre 12

NAFTA: tutti i limiti della rinegoziazione L'innalzamento delle soglie dei minimi rappresenta un utile obiettivo nella revisione del NAFTA, ne parliamo con Gary Clyde Hufbauer, analista del PIIE

0

Può spiegarci quali sono i vantaggi sia per gli Stati Uniti che per il Canada e il Messico nell’innalzare la soglia dei minimi?

I consumatori in questi due Paesi potrebbero facilmente accedere a una più ampia varietà di prodotti a prezzi inferiori. Le aziende statunitensi potrebbero competere con le imprese locali in Messico e in Canada. Ciò significherebbe un notevole miglioramento degli standard di vita per i messicani e i canadesi della classe media.

Quali sarebbero le implicazioni negative per ciascuno dei Paesi?

Le aziende locali che non hanno una grossa concorrenza, dovrebbero abbassare i loro prezzi e migliorare la qualità della loro merce al fine di mantenere la stessa quota di mercato. Alcune aziende locali fallirebbero. Inoltre, i governi messicano e canadese si troverebbero ad affrontare una riduzione delle entrate fiscali.

 Quali sono gli ostacoli che devono affrontare i tre Paesi coinvolti nella rinegoziazione del NAFTA?

Le richieste degli Stati Uniti sono molto aggressive, in particolare nel settore automobilistico, ma anche negli appalti pubblici, nella protezione del copyright, nell’esclusività dei dati per i prodotti biotecnologici, nella risoluzione delle controversie e in altri problemi. Si tratta di un sostanziale rollback del NAFTA che abbiamo oggi. Messico e Canada sono molto riluttanti ad accettare queste richieste.

Che tipo di approccio hanno i 3 Paesi coinvolti nella revisione? Quali sono le differenze?

Messico e Canada vogliono modernizzare l’accordo includendo delle revisioni per quanto riguarda il commercio digitale, l’ambiente, le imprese statali e altre nuove questioni che sono state incluse nell’accordo di partenariato Trans Pacific. L’Amministrazione Trump vuole apportare cambiamenti che riducano le esportazioni messicane e canadesi negli Stati Uniti e rendere i vicini meno attraenti per gli investimenti esteri degli altri Paesi.

Quali sono stati i benefici che il NAFTA ha dato ai Paesi coinvolti in questi anni?

La famiglia media degli Stati Uniti guadagna circa 500 dollari all’anno in più grazie al NAFTA, e gli agricoltori statunitensi beneficiano di grandi vendite in Canada e Messico. Messico e Canada hanno benefici proporzionalmente maggiori perché il commercio è molto più grande rispetto alle dimensioni delle loro economie.

Visualizzando 2 di 2
Visualizzando 2 di 2

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore