domenica, Gennaio 24

Moda: come aumentare la visibilità di brand emergenti Ogni brand deve catturare l’attenzione dei potenziali clienti per le loro collezioni e allo stesso tempo deve riuscire ad instaurare un rapporto con il pubblico, anche quello di massa. Per questo, è fondamentale soprattutto la presenza sui vari social network

0

Nel campo della moda ci sono fattori che possono determinare il successo o il fallimento di un brand. Uno dei più importanti è senza dubbio quello della visibilità. E la visibilità si ottiene col lavoro, utilizzando professionisti del settore come 5Way.

Per ogni brand è fondamentale soprattutto la presenza sui vari social network che svolgono un ruolo particolarmente importante per la promozione di un prodotto. Vengono usati dai brand, quindi, piattaforme social come Facebook, Twitter ed Instagram per espandere la propria visibilità grazie alle condivisioni e di conseguenza il coinvolgimento dei followers.

In modo particolare, i brand di lusso hanno visto in pochissimo tempo aumentare esponenzialmente i propri numeri, battendo i brand di altri settori. Ogni brand deve catturare l’attenzione dei potenziali clienti per le loro collezioni e allo stesso tempo deve riuscire ad instaurare un rapporto con il pubblico, anche quello di massa, nonostante esso non sia il target di riferimento di quel tipo di brand, ma comunque contribuisce alla loro Brand Reputation.

Grazie ad un piano di comunicazione strutturato affidato a team di esperti è possibile riuscire ad analizzare i comportamenti di acquisto e comprendere quali sono i reali desideri del consumatore. Tale informazioni si sono rivelate fondamentali per attuare strategie aziendali di produzioni che si sono rivelate vincenti.

Tra le piattaforme più utilizzate c’è senza dubbio Instagram. Non a caso i profili più seguiti dagli instagramers sono brand, blogger e personaggi che parlano di moda o che ne sono icone; sicuramente per l’immediatezza con la quale si può prendere spunto per creare outfit personalizzati e rimanere sempre aggiornati sui trend del momento in termini fashion, ma anche perché viviamo un’epoca in cui è più importante apparire e mostrarsi più che essere. Le opportunità che Instagram offre ad un brand di moda sono molteplici e, se ben sfruttate, possono influenzare la decisione di acquisto in modo significativo.

Secondo gli esperti, infatti, gli influencer ed i fashion addicted su instagram sono un’ottima vetrina per le aziende, perché innumerevoli sono gli scatti degli ‘oggetti del desiderio’ che vengono postati ogni giorno e a cui si fa pubblicità consapevolmente oppure inconsapevolmente. Selfie con gli outfit appena acquistati o che si stanno provando in camerino, dettagli di accessori ed insoliti abbinamenti, sono le foto più postate in assoluto ed in cui gli hashtag hanno una rilevanza eccezionale.
Ogni singolo utente, con il famoso #, rimanderà al vostro brand come se ci si trovasse in un immenso, ma immediato, catalogo virtuale sempre in costante aggiornamento. Su instagram, insomma, il visual marketing non ha freni e, per il settore moda soprattutto, diventa il luogo ideale per creare, giocare con gli accostamenti, i colori e la fantasia.

Mixare capi, accessori e stili condividendo immagini con utenti che hanno la stessa passione, non solo crea engagement tra cliente e brand, ma converte anche su potenziali clienti grazie alle discussioni, commenti e confronti che lo stesso post condiviso genera.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore