venerdì, Febbraio 28

Microplastiche, mari sempre più in pericolo 'L'invasione silenziosa della marine litter è diventata ormai un problema globale. Il 3% della produzione annuale di plastiche finisce in mare'

0

Ogni anno l’effetto della dispersione delle microplastiche in mare provoca la morte di 100 mila mammiferi marini e di un milione di uccelli. A dirlo gli ultimi dati del convegno ‘L’invasione della plastica e la tutela del mare: educazione, ricerca e azione diretta’, secondo cui i rifiuti plastici colpiscono il 43% dei mammiferi marini, il 36% degli uccelli marini e il 100% delle tartarughe.

«L’invasione silenziosa della marine litter è diventata ormai un problema globale. Il 3% della produzione annuale di plastiche finisce in mare», ha spiegato Marco Faimali del Cnr lanciando l’allarme su macro e nanoplastiche, una specie aliena artificiale che sta invadendo i mari. Le plastiche, frammentandosi in particelle sempre più piccole anche perché vengono mangiate e triturate dai pesci, diventano difficili da recuperarsi.

«Nelle zone riserva, meno accessibili, la concentrazione di questi elementi è superiore che in altre aree perché non vengono effettuate periodiche pulizie», ha detto la ricercatrice Silvia Merlino.

(video tratto dal canale Youtube di Euronews)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore