lunedì, Marzo 25

Mediterraneo, sfiorato scontro navi da guerra Usa-Russia

0

Continuano le tensioni tra Usa e Russia. E a lanciare l’accusa stavolta è il ministero della Difesa russo, secondo cui il 17 giugno scorso una nave americana si è avvicinata in maniera pericolosa a un’imbarcazione di Mosca nel Mediterraneo orientale. Si tratta di un cacciatorpediniere americano che ha sfiorato la nave militare Yaroslav Mudri, per la precisione a 60 metri di distanza, per poi virare a soli 180 metri dalla prua. Una manovra che, secondo il Cremlino, è stata ‘azzardata’ ma soprattutto in violazione di ogni regola di sicurezza. Il video poi è stato postato dal canale russo RT.  Ma questo è solo l’ultimo episodio controverso tra le due parti. Già altri incontri ravvicinati tra navi sono stati segnalati, ma anche sorvoli in aree non concesse di aerei russi (in particolare negli Stati dell’Est). Da segnalare poi anche un episodio di qualche settimana fa, quando due caccia di Mosca passarono più volte a bassa quota vicino ad una nave americana. Per non parlare poi delle manovre messe in atto dalla Nato, che oltre ad aumentare le esercitazioni al confine ha deciso di rafforzare i plotoni nei Balcani e nei Paesi dell’Est europeo, oltre ad inaugurare in Ungheria e Polonia i primi due sistemi antimissilistici di difesa proprio da Mosca.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore