venerdì, Agosto 7

Manutenzione serre, ecco i migliori accorgimenti da seguire Le due regole principali: manutenzione sul film di copertura e conservazione dei vari elementi strutturali

0

Per fare in modo che la serra possa funzionare sempre in modo corretto, una delle cose migliori da fare è quella di conservare il più possibile l’originalità delle caratteristiche di tale spazio. L’operazione di manutenzione, di conseguenza, diventa una di quelle più importanti, soprattutto perché deve essere svolta con una certa frequenza.

Il consiglio è quello di effettuare la manutenzione della serra in maniera costante, a ciascun cambio di stagione, ovvero due volte all’anno. La prima volta deve corrispondere all’arrivo della stagione autunnale, mentre la seconda deve avvenire durante la stagione primaverile. Una delle operazioni più importanti quando si parla della manutenzione di tale spazio corrisponde certamente alla nebulizzazione serra, che deve essere portata a termine solo ed esclusivamente usando gli strumenti e gli attrezzi adeguati.

Le regole principali da rispettare

La manutenzione ordinaria di una serra deve essere eseguita prendendo in considerazione poche, ma semplici regole. Sono ben due le categorie di operazioni che devono essere svolte in via prioritaria: si tratta della manutenzione sul film di copertura e della conservazione sui vari elementi strutturali che caratterizzano questo spazio.

Partendo dalle operazioni che devono essere messe in atto sulla struttura, ci sono vari accorgimenti da seguire. Prima di tutto, è fondamentale intervenire in ottica preventiva nei confronti della corrosione. L’obiettivo è chiaramente quello di evitare che la fissazione dell’umidità possa prendere il sopravvento. Al tempo stesso, per stimolare la biodegradazione, uno dei migliori consigli da seguire è quello di eliminare costantemente i vari detriti che vengono trascinati da parte del vento, come ad esempio rami e foglie secche.

Piuttosto di frequente può capitare di dover impiegare all’interno della serra delle soluzioni chimiche molto aggressive. Ecco spiegato il motivo per cui c’è l’esigenza di predisporre un’adeguata protezione rispetto alle parti che sono maggiormente esposte all’interno della struttura e che presentano dei prodotti bitumosi.

Le verifiche costanti sugli strumenti elettrici

Un altro ottimo accorgimento da seguire in ottica della manutenzione della serra è certamente quello di portare a termine in modo frequente e regolare dei controlli sulle varie apparecchiature elettriche che vengono usate.

Scendendo un po’ più nello specifico, si consiglia di mantenere le sonde sempre perfettamente pulite, per poi controllare in modo approfondito anche i vari collegamenti. Importante verificare che non ci siano delle perdite relative ai quadri elettrici oppure nel bel mezzo della serra.

La manutenzione è fondamentale anche per quanto riguarda gli organi in movimento. Nel caso in cui si dovesse riscontrare un livello di rumorosità troppo alto, allora il consiglio migliore da seguire è di provvedere ad oliare e ingrassare i vari denti delle cremagliere, usando degli appositi prodotti in spray. Non solo, ovviamente, dato che si consiglia di svolgere delle opportune verifiche sui vari organi in movimento, in maniera tale da evitare che possano insorgere dei malfunzionamenti.

Importante, infine, provvedere a svolgere adeguata manutenzione anche sui teli di copertura. È fondamentale controllare che il film che caratterizza i vari teli di copertura non siano sottoposti all’esposizione a fonti di calore molto elevate. Si consiglia anche l’uso di particolari prodotti solventi di pulitura.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore