venerdì, Settembre 18

Kenya: la polizia usa gas lacrimogeni contro i manifestanti La spirale di violenza a seguito delle elezioni politiche

0

In Kenya, la polizia sarebbe responsabile di decine di morti. Questa è l’ accusa rivolta dalle Ong contro le autorità di Nairobi. «Decine di persone sono state uccise e molte altre ferite negli attacchi perpetrati dalla polizia. Questo uso mortale ed eccessivo della forza, diventata un’abitudine tra le forze dell’ordine, deve assolutamente cessare prima delle prossime elezioni» ha dichiarato da Michelle Kagari, vice direttrice  regionale di Amnesty International in East Africa.

In seguito alle elezioni politiche dell’ 8 agosto scorso, che avevano visto la vittoria del Presidente uscente Kenyatta, il Paese sembra caduto in una spirale di violenza. Sebbene nel mese scorso, la Corte suprema abbia annullato la consultazione per irregolarità e abbia indetto nuove elezioni per il 26 Ottobre, l’opposizione è decisa ad ottenere una riforma elettorale prima dell’ apertura delle urne.  

Secondo le Ong Human Rights Watch e Amnesty, più di 60 persone sarebbero state uccise dalla polizia. Vittime della polizia, picchiate a sangue o colpite con gas lacrimogeni, non solo i manifestanti, ma anche giornalisti e fotoreporter.

(Video tratto dal canale Youtube Africanews)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore