giovedì, Novembre 14

ISIS, attacchi con armi chimiche 20 razzi lanciati solo ieri a Taza, provocando ferite e problemi respiratori ad oltre 100 persone

0

«L’Isis ci bombarda con le armi chimiche ogni giorno». A dirlo è la popolazione di Taza, nel nord dell’Iraq, che ieri ha subìto l’ennesimo attacco con oltre 20 razzi che sono piombati nella cittadina, provocando ferite e problemi respiratori ad oltre 100 persone, tra cui numerosi bambini. Le autorità locali parlano di armi al gas cloro che sono state lanciate dalla vicina città di Bashir, roccaforte dell’Isis. L’attacco contro Taza dei jihadisti è cominciato dopo che l’aviazione statunitense ha bombardato i siti deputati allo stoccaggio e fabbricazione di armi chimiche di Daesh vicino Mosul. Di ieri poi la notizia che le forze speciali americane hanno catturato in Iraq il responsabile dell’unità dell’Isis per le armi chimiche: si tratta di Sleiman Daoud al-Afari, che ai tempi del regime di Saddam Hussein è stato impiegato in un settore delle forze armate specializzato nella ricerca di armi chimiche e biologiche.

(video tratto dal canale Youtube di Euronews)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore