lunedì, Maggio 27

Inchieste, sequestri, morti e (difficili) resurrezioni

0

Settimana di Pasqua. Molte morti e qualche, sporadica, resurrezione. Dunque, ricapitolando, in questo Marzoaprile 2015, le cose sono andate così

da Lunedì 30 Marzo a Venerdì 3 Aprile

Lunedì 30

Tangenti della Cooperativa Cpl Concordia: arrestato il Sindaco di Ischia, Giosi Ferrandino, Partito Democratico. Coinvolto, anche se non indagato, Massimo D’Alema, per l’acquisto di suoi libri e vini. Alla Direzione del PD, Matteo Renzi indica la rotta sull’Italicum: “Avanti senza nessuna modifica”. Insorge la minoranza. Eccitazione in Italia per i risultati, di Domenica, delle cantonali francesi, e la vittoria della ‘destra moderata’, l’Ump di Nicolas Sarkozy. Ma attenzione alle trasposizioni meccaniche. Calcio: l’Italia pareggia 1-1 con l’Inghilterra in amichevole.

Martedì 31

Turchia: un commando del Dhkp-C (‘Fronte rivoluzionario per la liberazione del popolo’, marxista-leninista), sequestra all’interno del palazzo di Giustizia il magistrato Mehmet Selim Kiraz. Indagava sull’uccisione di Berkin Elvan, 14 anni, ferito il 16 Giugno 2013 durante gli scontri per Gezi Park, ad Ankara. Morto senza riprendere conoscenza l’11 Marzo 2014. Chiedono confessioni e processi popolari. Il blitz delle Forze Speciali porta alla morte di tutti, magistrato e due sequestratori. Continua la trattativa sul Nucleare con l’Iran. Tragedie familiari: Alessandro Bondi e Manuela Repetti, senatori di Forza Italia, ma, almeno lui, anche molto di più nell’immaginario collettivo berlusconiano (sia filo che anti), lasciano la casa madre. E il Padre. Un piccolo passo per due persone, un grande passo per lo sfaldamento arcoriano.

Mercoledì 1

Approvato in prima lettura al Senato il Disegno di Legge Anticorruzione. Pesce d’Aprile? Disclosure vaticana: accordo con l’Italia per la trasparenza economica e fiscale. D’Alema se la prende con i giornalisti che gli fanno domande su libri, vini e cooperative… Continuano gli attacchi terroristici in Turchia. Accordo per le Regionali tra Silvio Berlusconi e Matteo Salvini. Anche se ormai, dando una corretta gerarchia, meglio si deve parlare di accordo Salvini-Berlusconi. Giovanni Toti, tra gli ultimi a supportare il ridotto forzista, candidato Governatore in Liguria, in cambio dell’appoggio al leghista Luca Zaia in Veneto. Per il resto quasi ovunque ciascuno per conto suo. Alex Shwarzer, oro ai Giochi Olimpici di Pechino 2008 nella 50 chilometri di marcia, poi beccato a doparsi prima di quelli di Londra 2012, sarà accompagnato nella sua risalita da Sandro Donati, frontman antisofisticazioni.

Giovedì 2

Accordo, a Losanna, sul Nucleare.  Per una volta usare la parola ‘storico‘ non è peregrino: tra l’altro il piano, da definire operativamente entro giugno, ha una proiezione di venticinque anni. In Kenya strage in college universitario da parte degli shebab islamici della confinante Somalia. Centocinquanta, e forse più, i morti. Graziano Del Rio, PD, giura come Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. Prende il posto di Maurizio Lupi, mentre l’NCD traccheggia su chi andrà al suo posto nel Ministero di compensazione cui ha diritto, e Renzi riflette su chi prenderà il posto di Del Rio come Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio. Ma la vera domanda è: chi prenderà il posto del (politicamente) defunto D’Alema come Babau renziano? (Incidentalmente, tra i tanti, facili, giochi di parole su di lui e la sua azienda, si segnala la rimarchevole apertura de il Giornale: ‘D’Alema non regge il vino’). Scontri interni in tutte le forze politiche in vista delle Regionali, mossi gli altri mari. Francesco, alla Messa del Giovedì Santo, parla della stanchezza, dei sacerdoti e sua. E sua di certi sacerdoti…

Venerdì 3

Superati i timori di rezioni negative in Iran all’accordo sul Nucleare: accolto favorevolmente, anche con manifestazioni nelle piazze. In Israele il Consiglio di Difesa lo respinge. Fabrizio Curcio nuovo capo della Protezione Civile, dopo la nomina di Franco Gabrielli a Prefetto di Roma. Riti del Venerdì Santo. In attesa di altre resurrezioni, Ettore Incalza, manager incarcerato per l’inchiesta sulle Grandi Opere, ottiene gli arresti domiciliari. Secondo un sondaggio (Ixè per Agorà di Rai3) il 25% degli italiani inviterebbe Renzi al proprio pranzo di Pasqua, il 17% Berlusconi, il 10% Salvini o Beppe Grillo. Il 38% non inviterebbe nessuno di loro. Quanto al vino…

 

E poi tra

Sabato 4 e Domenica 5

Sabato        Vigilia di Pasqua. Calcio, Serie A, ventinovesima giornata. Spicca Roma-Napoli.

Domenica   Pasqua. E Francesco…

E la prossima settimana

da Lunedì 6 a Domenica 12

Lunedì di Pasqua, e nei giorni successivi le nomine di Governo. Per il resto si recita a soggetto. Come quasi sempre, del resto.

E così abbiamo terminato Marzo ed iniziato anche questo Aprile 2015. Che non tornerà mai più. Come tutti gli altri. Purtroppo, o per fortuna.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore