martedì, Marzo 26

Il Centrodestra pronto alle ‘grandi’ manovre

0

«Non sono per la rottamazione, non voglio fare il capo di Forza Italia e non pongo la questione della leadership ma solo il tema di una piattaforma liberal – popolare per non farci essere solo il partito del no, dobbiamo cominciare a fare una proposta di governo». Parole sincere e unificatrici quelle pronunciate da Stefano Parisi, ospite alla trasmissione di ‘La7‘, ‘Omnibus‘, in merito alla sua volontà espressa nei giorni scorsi di rammodernare il centrodestra. Ottimista e pronto a contribuire all’iniziativa è Forza Italia che in una nota fa sapere «Berlusconi ha posto con forza la necessità di rilanciare l’azione politica di Forza Italia, per riannodare i fili del dialogo con quel popolo di centro destra che continua ad essere maggioranza nel Paese». Aggiungendo: «l’apertura al contributo di chi intende condividere questo percorso politico a cominciare dai protagonisti delle recenti elezioni amministrative come Stefano Parisi». Un benestare che sembra andare a genio alla maggior parte dei membri della coalizione e che fa riaprire qualche speranza di riavvicinamento di Angelino Alfano e del suo Nuovo centrodestra a patto di un’uscita di Matteo Salvini e Lega Nord. «Sarà importante valutare come intende rilanciare l’idea del suo partito e se si muoverà in una logica popolare e moderata o con i lepenisti di Salvini. D’altro canto noi abbiamo collaborato con Renzi perché i risultati di governo scritti con la mano destra sono un’infinità e tantissime le cose indigeribili per i moderati che abbiamo evitato. Ma Renzi non ha ancora risolto le contraddizioni con una certa sinistra che agisce come un partito nel partito» ribadisce il Ministro dell’Interno in un’intervista rilasciata al ‘Corriere della Sera‘.

Tira una brutta aria per il Movimento 5 Stelle che dopo la gaffe di ieri del vice presidente della camera, Luigi Di Maio, oggi si vede bocciare dal quotidiano britannico ‘Economist‘, che definisce il partito lanciato verso la vittoria, ma non in grado di poter amministrare la Nazione «Un partito che ha davanti un chiaro sentiero verso la vittoria ma nozioni ambigue su cosa fare se vince». Una forte stoccata che si aggiunge al dibattito interno tra il direttorio ed i membri dell’Associazione Rousseau sulla questione dei simboli e dell’amministrazione del partito.

Avanza la questione Turchia anche in Italia dove il presidente della Camera Laura Bordini ha lanciato un monito preciso nei confronti dell’Unione Europea «L’Unione europea non deve fare accordi al ribasso e in più con paesi che non rispettano lo Stato di diritto. Aver trattato con la Turchia sui migranti è stato un errore perché quel Paese non aveva i requisiti civili. E’ stato un derogare ai propri principi e alla propria autorevolezza. Quello che si sarebbe dovuto garantire ai migranti non viene infatti garantito neanche più ai propri cittadini»

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore