sabato, Ottobre 24

Hollywood: 40 anni dopo Mickey Mouse, anche Minnie avrà la sua stella Sulla Walk of Fame, la sua sarà la numero 2.627

0

Anche Minnie, la fidanzata di Mickey Mouse, avrà la sua stella sulla Walk of Fame, la numero 2.627, insieme a quelle tutte le più grandi celebrità. E questo 40 anni dopo l’ assegnazione di una stella al fidanzato Topolino. A renderle omaggio anche Katy Perry e Heidi Klum, due sue grandi fan.

«Forse (Topolino) era più popolare» ha detto Ana Martinez, produttrice delle cerimonie Walk of Fame, motivando il ritardo del riconoscimento a Minnie che debuttò al fianco di Mickey nel film ‘Steamboat Willie del 1928. «Dopo 90 anni di servizio di look e sorrisi come la regina a pois, è ora che riceva questo riconoscimento. Nessuno si inchina o porta così bene il rosso e i pois come lei. Fidatevi, io ci provo!», ha scritto Katy Perry su Twitter. Perry ha preso parte alla cerimonia di premiazione di Minnie con l’amministratore delegato di The Walt Disney Company, Robert Iger.

Gli organizzatori della cerimonia alla Walk of Fame hanno sottolineato la “personalità amante del divertimento e indipendente” della fidanzata di Topolino. «Minnie Mouse è una donna di tutte le età e il suo status iconico la rende una grande aggiunta alla nostra Walk of Fame!», ha affermato Ana Martinez. 

(Video tratto dal canale Youtube Euronews)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore