lunedì, Settembre 23

Grillo in Rai … sognando Bruxelles Era scomparso come comico, non recitava più. Ora te lo trovi in TV

0

Deve esserci un processo di regressione in Beppe Grillo da Oxford: partito dai temi sociali, pronto a scatenare la rivoluzione in Italia al grido ‘politici corrotti’,  ‘ casa la casta’, ‘potere ai cittadini’, ecc.ecc., è finito col fare il verso a Matteo Salvini, il quale anche lui è contro la casta, vuole dare potere ai cittadini che lui preferisce chiamare popolo ed è contro i corrotti (è quindi contro i suoi stessi politici, quelli che in Regione Lombardia sono stati condannati, oltre Bossi il Trota, per aver intascato a fine personali soldi pubblici?), solo che i cittadini e il popolo che lui ha in mente sono i piccolo borghesi che sono protetti da casa Pound, Forza Nuova, insomma, dalla classica formula fascista. Grillo, quindi, contende la scena a Salvini essendosi nel frattempo dimenticato che i cittadini 5S non erano piccolo borghesi protetti dai buttafuori fascisti. Se ne è così dimenticato che ora Grillo dice che i migranti vanno trattati condurezza‘. E ci chiediamo quale sia questa ulteriore durezza. Non basta per molti di loro morire in mezzo al mare? Devono subire anche una tortura? Ha in mente Grillo di popolare le acque del mediterraneo di barracuda e pesci cani?

Che parabola! Partito a sinistra è finito a destra. Ha sbandato, cosa che gli costò già una condanna per omicidio quando guidava la sua auto. Adesso, non si accontenta più di un pedone, adesso vuole una carneficina, l’illuminato comico che a Oxford è stato comicamente trattato.

Qualcosa deve averlo persuaso che a sinistra non si prendono voti, che ormai è alla canna del gas la sinistra, pure quella fetta che lui ha voluto prendersi per poi capire che il bottino si fa a destra. Perché non ci sfugge una cosa, ossia che anche per Grillo la politica dà soldi. Era scomparso come comico, non recitava più. Ora te lo trovi in Rai, portato da Freccero, uno che, finché dirigeva un programma in una TV privata andava bene, ma messo a un incarico nazionale e pure prestigioso, lo vedi ancora inanellare visioni da programma TV di una rete privata dal basso ascolto. E lo spirito dei programmi TV nella gestione giallo-verde non è quello dalla parte dei cittadini, ma dalla parte delle élite, che oggi sono Salvini, Di Maio, Casaleggio.

Quando non è la Rai a supportare il populismo giallo-verde, è la volta della piattaforma Rousseau, che non è la mano longa della Casaleggio Associati, ma un suo satellite, tanto che lo statuto dell’Associazione Rousseau dice: «L’Associazione  ha lo scopo, senza il perseguimento di alcuna finalità di lucro, di promuovere lo sviluppo della democrazia digitale nonché di coadiuvare il ‘MoVimento 5 Stelle’ ed i suoi esponenti nell’organizzazione, promozione e coordinamento  delle attività e dei servizi necessari ed utili per l’esercizio dell’azione politica e culturale ed il perseguimento dei suoi obbiettivi». Questo vuol dire che chi atterra su quel pianeta ha un proprio carburante, che il viaggio per raggiungere la piattaforma se lo paga lui solo? E se in volo c’è un problema di rifornimento, la Casaleggio Associati non presta subito soccorso offrendo la sua benzina?  La manda a vagare senza meta nello spazio infinito? O forse, il pianeta ‘Piattaforma Rousseau’ se la passa così bene con le quote dei politici 5S che, semmai, va lui, il pianeta ‘Piattaforma Rousseau’, a dare carburante alla Casaleggio Associati?

Sono complicati i viaggi nello spazio; non è che uno parte e basta; deve avere una serie di protezioni, e i segreti dei mezzi di trasporto è meglio siano noti ai soli costruttori degli stessi, un vero e proprio sistema di scatole cinesi per affrontare i potenziali pericoli alieni.

Grillo è così attratto dalle stelle e dal cosmo che col nome di ‘stella’ ha chiamato il suo movimento. Infatti, a nessuno è sfuggito l’astrononico nome del movimento di Grillo: 5 Stelle. Ma non una stella: ben cinque troneggiano nel logo della movimento. Cinque belle stelle ognuna a cinque punte. Piacciono proprio tanto le stelle a Grillo, e anche lui si reputa una stella della comicità, tanto che, appunto, col richiamo a una stella ha voluto chiamare il suo movimento. Ma anche la cometa è una stella, la cui coda è più affascinante e affievolisce il riferimento della stella a cinque punte. Perché non chiamarsi ‘movimento della cometa’? Splende anche di più, nel cielo, la stella dei Re Magi ed è anche una buona guida, una buona stella, appunto. Si vede meglio, insomma, delle cinque stelle ognuna a cinque punte.

Deve però aver sbattuto la testa Grillo in uno dei suoi voli stellari e la conseguenza è stata che ha portato la sua stella, il suo 5S, in un’altra orbita. È passato dalla stella rossa alla stella nera, e da lì chiama a raccolta i suoi cittadini contro l’ultima roccaforte della casta, quel Parlamento europeo che a Maggio sogna di occupare facendo atterrare un numerosissimo esercito ‘guidato dalla piattaforma Rousseau’. E dare ancora più carburante all’associazione Rousseau.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore