giovedì, Aprile 25

Gaming: le vincite della primavera 2018 Sono parecchi gli appassionati di gaming che hanno inaugurato questo periodo con l'arrivo di una cospicua somma di denaro

0

La Primavera 2018 ha portato con sé una serie di vincite a cinque e sei zeri, che hanno interessato il territorio italiano dal Nord al Sud, fino alle Isole: che si tratti di una giocata fortunata alle slot-machine o di un’estrazione del Lotto particolarmente fruttuosa, sono parecchi gli appassionati di gaming che hanno inaugurato questo periodo con l’arrivo di una cospicua somma di denaro.

A San Matteo, paese in provincia di Mantova, un giovane si è accaparrato la cifra di 500.000 euro con l’acquisto di un Gratta e Vinci da cinque euro: dopo i primi momenti di incredulità, il ragazzo, frequentatore abituale del Bar Sottovoce, luogo dell’evento, ha chiesto al gestore di effettuare un controllo sul tagliando.

Dopo la conferma, arriva lo scoppio di euforia, che culmina in un liberatorio brindisi con lo staff del punto vendita e con i clienti presenti all’ora dell’aperitivo.

Non si tratta, comunque, dell’unica vincita degna di nota: sempre in provincia di Mantova, e precisamente a Pegognaga, è stato giocato un altro Gratta e Vinci fortunato, che ha donato ad un cliente affezionato ben 300.000 euro.

Il titolare della storica Tabaccheria De Vincenzi, attiva da oltre settant’anni e da più generazioni, si dice felice per il lieto evento: non a caso, poche ore dopo la conferma della vittoria, è stato esposto sull’uscio un cartello con la bella notizia.

Anche nel salernitano sono state registrate vincite da capogiro: 50.000 euro a Cava de’ Tirreni e Mercato San Severino, ottenuti con la modalità di gioco ‘estrazione’ del Gioco del Lotto e con il prezioso ‘aiuto’ del ‘Numero Oro‘.

La regione più ‘fortunata’, comunque, sembra essere la Sicilia, con due vincite che – ne siamo certi! – cambieranno per sempre le vite dei protagonisti e delle rispettive famiglie: la prima è avvenuta a Palermo, grazie al gioco Million Day, disponibile da soli 80 giorni, che ha fruttato ben un milione di euro, con un solo euro di spesa, al giocatore che ha azzeccato la corretta successione di numeri.

La seconda vincita, ancora più sbalorditiva, arriva da Caltanissetta, dove è stato letteralmente ‘sbancato’ il jackpot del Superenalotto: la cifra ottenuta è di 130 milioni euro e si colloca al quinto posto tra le maggiori vincite di questo gioco.

Le liete notizie, ad ogni modo, non giungono soltanto da tabaccherie e rivenditori autorizzati, ma anche dal vasto mondo del gaming online, ed in particolare dei casinò games: Daniele, un giovane di soli 25 anni originario di Foggia, ha vinto ben 111.851 euro grazie al servizio StarJackpot, offerto dal sito Starcasino.it.

Come ben racconta il blog di Starcasino.it, Daniele ha voluto tentare la sorte con questo nuovo gioco, registrandosi sul portale ed ottenendo i 20 euro di bonus previsti per tutti i nuovi iscritti: la scelta, a quanto pare, è stata azzeccata poiché, dopo pochissime giocate, è arrivato il tiro, o meglio lo spin, decisivo.

Dal canto nostro, non possiamo che fare gli auguri a Daniele e a tutti i fortunati giocatori, che hanno iniziato questa Primavera 2018 nel migliore dei modi!

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore