sabato, Luglio 20

Usa e Trump, fra mea culpa e ottimismo su Siria e Russia

0
1 2


Giornata ancora delicata in Medioriente. Le forze armate Usa hanno confermato che in un raid aereo nel nord della Siria sono rimasti uccisi per errore 18 combattenti alleati impegnati nella lotta all’Isis. Un errore dovuto a coordinate errate ricevute dalle Forze democratiche siriane (Sdf).

Intanto il presidente siriano Bashar al Assad in un’intervista all’agenzia ‘France Presse‘ ritorna sull’attacco chimico dei giorni scorsi e conferma che «è stato costruito al 100%», anche perché le forze armate siriane non possiedono più armi chimiche. Assad ha anche aggiunto che l’attacco Usa «non ha ridotto» la potenza di fuoco delle forze governative. Ma l’intelligence Usa conferma che ha intercettato comunicazioni di militari siriani ed esperti circa la preparazione per l’attacco con armi chimiche compiuto a Idlib.

Intanto l’agenzia governativa siriana Sana afferma che centinaia di persone, tra cui civili, sono state uccise nell’est della Siria in un raid compiuto dalla Coalizione anti-Isis a guida Usa contro un deposito di armi chimiche dello Stato islamico nella regione di Dayr az Zor. Si parla di persone morte per l’inalazione di gas tossici.

Sulla vicenda siriana però Donald Trump resta ottimista: «Alla fine tutto si risolverà fra Stati Uniti e Russia. Al momento giusto, tutti torneranno in sé e ci sarà una pace duratura». Trump che intanto ha da gestire anche la questione Corea del Nord. «Sono convinto che la Cina si occuperà adeguatamente della Corea del Nord. Ma se non saranno in grado di agire, gli Stati Uniti, con i loro alleati lo faranno», ha scritto su Twitter il presidente americano. Il ministro degli Esteri Wang Yi, ha comunque ribadito che la Cina è per il dialogo e che questa è l’unica via da perseguire: «La Cina è contro caos e guerra che potrebbero scoppiare nella penisola coreana», uno scenario da evitare e su cui ha detto di credere che sia in linea «con gli interessi di tutti i Paesi, inclusi Usa, Giappone e Corea del Sud». Ma Pyongyang intanto continua nei suoi propositi. Immagini satellitari infatti confermano ‘attività continue’ al sito di Punggye-ri, segno che si è pronti al sesto test nucleare.

Andiamo in Germania, dove si indaga ancora sui tre ordigni fatti saltare in aria durante il passaggio del bus del Borussia Dortmund due giorni fa. La seconda persona finita nel mirino degli investigatori non è più sospettata, fa sapere una portavoce della procura federale tedesca. E non sono state trovate prove neanche per il 26enne iracheno che era stato arrestato. Si continua però a seguire la pista terroristica, perché i tre ordigni sarebbero stati costruiti da persone esperte e le rivendicazioni trovate sembrano attendibili. Anche se su queste le incongruenze ci sono e lasciano perplessi gli stessi esperti.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore