domenica, Novembre 29

Elezioni amministrative: 'The final countdown'

0
1 2


A  36h dall’apertura delle urne elettorali il mondo politico si prepara ad affrontare le tanto discusse elezioni amministrative nelle principali città italiane. Tra ritiri, come quello di Guido Bertolaso, e incandidabilità evidenziate dalla commissione antimafia, gli aspiranti primi cittadini sono:  Roberto Giachetti (Partito Democratico, Lista civica #Romatornaroma, Italia dei Valori, Federazione dei Verdi, Radicali federalisti laici ecologisti, Laici civici socialisti, Lista Civica Democratici e Popolari), Virginia Raggi (Movimento 5 Stelle.it), Giorgia Meloni (Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Noi con Salvini, Partito Liberale Italiano, Lista civica con Giorgia Meloni sindaco, Federazione popolare), Alfio Marchini (Lista civica Rete liberale, Forza Italia, Lista civica Roma Popolare, Lista Storace, Lista civica Alfio Marchini sindaco, Lista civica Movimento Cantiere Italia, Rivoluzione Cristiana), Stefano Fassina (Sinistra per Roma, Lista civica Fassina sindaco), Alfredo Iorio (Lista civica Patria Iorio sindaco), Alessandro Mutilo (Partito Comunista), Dario Di Francesco (Lista del Grillo parlante-No euro, Lista civica con gioia! Viva l’Italia, Unione pensionati, Lista civica Movimento per Roma, Lega centro), Mario Adinolfi (Il Popolo della Famiglia), Michel Emi Maritato (Lista civica Assotutela), Carlo Rienzi (Lista civica Codacons per Roma), Fabrizio Verduchi (Lista Civica Italia Cristiana), Simone Di Stefano (Casapound Italia) per Roma; Giuseppe Sala (Partito Democratico, Italia dei Valori, Sinistra per Milano, Lista civica Noi, Milano), Stefano Parisi (Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Lista civica Milano Popolare, Partito Pensionati, Lista civica Io corro per Milano), Gianluca Corrado (Movimento 5 Stelle.it), Basilio Rizzo (Lista civica Milano in Comune), Marco Cappato (Radicali federalisti laici ecologisti), Luigi Santambrogio (Lista civica Alternativa municipale), Nicolò Mardegan (Il Popolo della Famiglia), Natale Azzaretto (Partito comunista dei lavoratori), Maria Teresa Baldini (Lista civica Fuxia People) per MilanoLuigi De Magistris (Repubblicani democratici, Federazione dei Verdi, Napoli in Comune a Sinistra, Lista civica La città con de Magistris, Italia dei Valori-Altri, Lista civica Meridionalisti Napoli Capitale, Lista civica ‘Ce simme sfasteriati’, Lista civica de Magistris sindaco, Lista civica DeMa Democrazia Autonomia, Partito del Sud, Lista civica Mo! Napoli Autonoma, Lista civica Bene comune con de Magistris), Valeria Valente (Partito Democratico, Lista civica Elaboratorio nazionale, Moderati, Partito socialista italiano, Ala-Alleanza Liberalpopolare Autonomie, Centro Democratico, Lista civica #Napolivale, Unione di Centro, Lista civica Cittadini per Napoli, Partito liberale italiano-Pri, Lista civica Napoli Popolare), Gianni Lettieri (Forza Italia, Lista civica Prima Napoli, Lista civica Giovani in corsa, Rivoluzione cristiana, Lista civica Impresa Comune, Lista civica Italia 20.50, Lista civica Costruzione e Stato, Lista civica Napoli Capitale, Lista civica Fare città, Pensionati d’Europa), Matteo Brambilla (Movimento 5 Stelle.it), Marcello Tagliaterra (Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Lista civica Napoli Terra Nostra), Nunzia Amura (Partito comunista italiano), Luigi Mercogliano (Il Popolo della Famiglia), Paolo Prudente (Partito comunista dei lavoratori), Martina Alboreto (Lista civica Fratelli del popolo italiano), Domenico Esposito (Lista civica Qualità della vita) per Napoli; Piero Fassino (Partito Democratico, Moderati, Sinistra per la città, Lista civica per Fassino), Chiara Appendino (Movimento 5 Stelle.it), Alberto Morano (Lista civica Lavoriamo insieme, Lega Nord, Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale), Osvaldo Napoli (Forza Italia, Lista civica Un Sogno per Torino, Lista civica Salviamo l’Oftalmico), Giorgio Aiurado (Torino in Comune la Sinistra, Lista civica Ambiente Torino, Pensionati e Invalidi Giovani Insieme), Roberto Rosso (Federazione Popolare-Altri, Lista civica Roberto Ross sindaco, Unione Pensionati, Unione di Centro-Area Popolare, Mir-Moderati in Rivoluzione), Marco Rizzo (Partito Comunista), Marco Cornello Levi (Italia dei Valori), Marco Racca (Casapound Italia), Vittorio Colucci (Il Popolo della Famiglia), Pier Carlo Devoti (Lista civica La Piazza), Lorenzo Varaldo (Lista civica Abrogazione!), Guglielmo del Pero (Lista civica Siamo Torino, Roberto Usseglio (Forza Nuova), Gianluca Noccetti (Lega Padana Piemont, Lista civica Amici 4 zampe, Lista civica Forza Toro, Lista civica disoccupati precari esodati, Lista civica Automobilista), Anna Battista (Lista civica Basta!) per Torino; Virgilio Merola (Partito Democratico, Lista civica Cittadini per Bologna, Lista civica Bologna viva, Lista civica Bologna metropolitana fa centro, Lista civica Città comune con Amelia), Lucia Borgonzoni (Lega Nord, Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Forza Italia, Lista civica Riprendiamoci Bologna, Lista civica Uniti si vince), Massimo Bugani (Movimento 5 Stelle.it), Manes Bernardini (Lista civica Insieme Bologna), Federico Martelloni (Lista civica Coalizione civica), Ermanno Lorenzoni (Partito comunista dei lavoratori),Matteo Badiali (Federazione dei Verdi), Mirko De Carli (Il Popolo della Famiglia), Sergio Celloni (Lista civica Giustizia Onore Libertà) per Bologna; Roberto Cosolini (Partito Democratico-Demokratska Stranka Cosolini sindaco, Trieste città solidale, Sinistra Ecologia Libertà-Svoboda Ekologija Levica, Verdi-Psi Cosolini sindaco, Insieme per Trieste Rosolini sindaco), Roberto Dipiazza (Forza Italia, Lega Nord, Partito Pensionati, Lista civica Dipiazza per Trieste, Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Lista civica Stop prima Trieste), Paolo Menis (Movimento 5 Stelle.it), Marino Sossi (Si-Sinistra per Trieste), Maurizio Fogar (No Ferriera Si Trieste), Itzok Furlanic (Sinistra Unita-Zdruzena Levica), Nicola Sponza (Uniti per Trieste), Alessia Rosolen (Un’altra Trieste Popolare), Fabio Carini (Startup Trieste), Vito Potenza (Lista civica Vito Potenza),Giorgio Marchesich (Fronte per l’Indipendenza del Territorio libero di Trieste) per Trieste; Massimo Zedda (Partito Democratico, Sinistra Ecologia Libertà, Partito Comunista d’Italia, Unione Popolare Cristiana, Partito dei Sardi, Centro Democratico, Rosso Mori, Lista civica Cittadini per Cagliari, La Base, Rifondazione comunista, Partito Sardo d’Azione), Piergiorgio Massidda (Fortza Paris, Lista civica Massidda sindaco, Lista civica Giovani al centro, Lista civica Patto per Cagliari, Lista civica I love Cagliari, Lista civica #Ca_mbia Cagliari, Lista civica Nessun Dorma, Lista civica Anno Zero, Lista civica Diretta Demo per Massidda sindaco, Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Lista civica Forza Cagliari, Lista civica Liberali per Massidda sindaco, Lista civica Popolari sardi per Cagliari, Riformatori sardi-Liberal Democratici), Maria Antonietta Martinez (Mo
vimento 5 Stelle.it), Paolo Matta (Lista civica La Quinta A), Paolo Casu (Lista civica Insieme onestamente per Cagliari, Lista civica Lottiamo per il tuo futuro), Alberto Agus, (Il Popolo della Famiglia), Enrico Lobina (Federazione dei Verdi, Lista civica Cagliari capitale, Lista civica Quartieri di Cagliari, Lista civica Progres Progetu Republica) per Cagliari. Per le ultime dichiarazioni in vista del voto Matteo Renzi ha vistato Napoli e l’Emilia Romagna, il diretto rivale Matteo Salvini ha scelto Varese, il ‘delfino’ del Movimento cinque Stelle Luigi di Maio si è recato nella città partenopea e Silvio Berlusconi ha deciso di restare nella sua Milano. 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore