sabato, Agosto 24

Ecco ‘Fastest Shed’, un veicolo da record Ha raggiunto gli oltre 160 chilometri orari (fino a toccare i 168) su una spiaggia del Galles

0

“Fastest Shed”, un capanno da giardino motorizzato ha superato il proprio record di velocità terrestre, raggiungendo gli oltre 160 chilometri orari (fino a toccare i 168) su una spiaggia del Galles. “Fastest Shed” è basato su una Volkswagen Passat e monta un motore Audi RS4.Kevin Nicks, il proprietario, un giardiniere di 53 anni, ha partecipato alle corse dell’evento di velocità di Straightliners sulla spiaggia di Pendine Sands del Galles durante il fine settimana. Il record ha superato il precedente di 129 chilometri orari.

Nicks ha detto che è stato un onore aver raggiunto il suo obiettivo a Pendine Sands, luogo di corse automobilistiche mitiche fin dagli anni ’20: tra pochi giorni,  “Fastest Shed”  parteciperà all’ evento Top Speed ​​and Wheelie in Inghilterra, cercando di battere il record su un asfalto.

(Video tratto dal canale Youtube Euronews)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore