venerdì, Settembre 25

Duterte-Putin, al via il nuovo corso delle Filippine

0

E’ cominciata la quattro giorni del presidente delle Filippine Rodrigo Duterte in Russia. Ieri incontro a Mosca con il suo omologo Vladimir Putin. Ai vertici russi è stato ribadito l’interesse ad acquistare da parte delle Filippine armi leggere, elicotteri e aerei militari. «Stiamo combattendo una ribellione, proprio come la Russia. Abbiamo bisogno di armi perché ci troviamo di fronte due problemi gravi, il terrorismo e gli stupefacenti», ha affermato Duterte, precisando di non voler più acquistare armi dagli Stati Uniti «perché criticano il rispetto dei diritti umani» nel Paese.

«Abbiamo effettuato alcuni ordini negli Stati Uniti, ma ora la situazione non è serena. Per combattere lo Stato islamico, con le sue divisioni, i singoli gruppi, abbiamo bisogno di armi moderne. Sono qui per ottenere il vostro sostegno e chiedere il vostro aiuto», ha detto Duterte a Putin. Il presidente russo ha lamentato i pochi scambi commerciali fino allo scorso anno, ma appunto ha evidenziato come «all’inizio di quest’anno sono aumentati di circa il 25 %. E abbiamo molte aree promettenti e interessanti di cooperazione, anche per quanto riguarda la costruzione di macchine da lavoro, trasporti e infrastrutture».

Il volume commerciale tra le Filippine e la Russia all’anno scorso era di 422 milioni di dollari. Nel 2015, la Russia è stato il 31° partner commerciale delle Filippine, il 44° mercato di esportazione e il 27° fornitore di importazioni. Ma ora tutto sembra destinato a cambiare. Anche dal punto di vista geopolitico.

(video tratto dal canale Youtube di RT)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.