domenica, Agosto 25

Comunicare attraverso i colori? Questo tema è al centro di uno studio degli scienziati del MIT

0

Gli scienziati del MIT sono partiti dal fatto che l’occhio umano è in grado di percepire milioni di colori diversi, ma il numero di categorie che le lingue umane utilizzano per raggruppare questi colori è molto più piccolo. Alcune lingue utilizzano tre categorie di colori, mentre le lingue delle culture industrializzate possono arrivare ad utilizzare fino a 10 o 12 categorie.

Gli studiosi hanno quindi scoperto che le lingue tendono a dividere la parte “calda” dello spettro di colore in parole più colorate, come l’arancio, il giallo e il rosso, rispetto alle regioni più “fredde” tipo il blu e il verde e che – come ha ricordato Edward Gibson , docente del MIT- «in tutte le lingue, le persone preferiscono portare parole di colore nelle parti più calde dello spazio e non le portano nei colori più freschi».

(Video tratto dal canale Youtube del Massachusetts Institute of Technology)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore