domenica, Novembre 29

Cinema: all’ European Film Awards, vince ‘The Square’ Con la regia di Ruben Östlund, aveva già vinto la Palma d'oro al Festival di Cannes di quest'anno.

0

Agli Efa (European Film Awards), conosciuti anche come Oscar europei, ha vinto il film ‘The Square’ dello svedese Ruben Östlund. Il film aveva già conquistato la Palma d’oro alla 70esima edizione del  Festival di Cannes 2017. A Berlino, si è aggiudicato ben sei premi su sei nomination: miglior film,  miglior regista, migliore  attore, assegnato a Claes Bang,  migliore sceneggiatura a Ruben Ostlund, migliore scenografia a Josephine Asberg e  migliore commedia.

«Il quadrato è un santuario di fiducia e amore al cui interno abbiamo tutti gli stessi diritti e doveri» questa la frase da cui parte la pellicola di Östlund che le ipocrisie umane. Il protagonista è Christian, il curatore di un importante museo di arte contemporanea di Stoccolma. Una mattina, mentre sta andando a lavoro, aiuta una donna in pericolo e scopre di essere stato derubato del portafoglio e del telefono. Il museo in cui lavora  sta preparando l’installazione dell’opera “The Square“. Consigliato da un suo collaboratore, Christian scrive una lettera in cui denuncia il furto, causando una reazione a catena che finirà per stravolgere la sua vita.

La cerimonia degli European Film Awards, che ha avuto luogo a Berlino, ha inoltre attribuito il premio alla carriera a Julie Delpy e a Aleksandr Sokurov. 

(Video tratto dal canale Youtube euronews)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore