venerdì, Maggio 29

Cina: la tecnologia genetica rileva i tuoi talenti nascosti field_506ffbaa4a8d4

0

Avete mai pensato che potreste avere un talento nascosto e vi siete domandati quale potrebbe essere? In Cina si sta facendo strada una nuova tecnologia di rilevazione genetica, che può aiutare le persone a scoprire i loro talenti nascosti. Un numero crescente di genitori spera che la procedura sarà in grado di aiutare i propri figli a trovare la propria vocazione. Tuttavia, alcuni critici hanno messo in dubbio l’accuratezza del test e l’utilità dei risultati.

Il fatto che la base scientifica per tali test sia stata messa in discussione non sembra avere importanza. Infatti, le richieste di test genetici che il servizio offre -promettendo di identificare i tratti ereditabili e che punta a far emergere i talenti nascosti- si sono moltiplicate a Hong Kong negli ultimi anni, alimentando le ossessioni dei genitori che credono che la loro prole debba possedere le qualità naturali del puro genio. Il test funziona in modo molto semplice: la procedura è indolore e basta strofinare due tamponi di cotone dentro la bocca per raccogliere il DNA. I campioni vengono poi inviati ad un laboratorio per le analisi e nel giro di due o tre settimane si ricevono i risultati. Tuttavia, la procedura non è a buon mercato: un test genetico per talenti nascosti costa circa tre mila yuan (circa 400 euro).

 

 

 

(video tratto dal canale YouTube di CCTV News)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore