venerdì, Ottobre 2

Cina: la leadership di Xi Jinping Il 19° Congresso del Partito Comunista Cinese, tra economia, politica interna ed estera. L' intervista a Filippo Fasulo, coordinatore CeSIF e ricercatore ISPI

0
1 2 3 4


In tutto questo, il Partito continua ad avere un peso fortissimo. Si è vista, ad esempio, la grande riforma dell’ intelligence voluta da Xi che rende sempre più cruciale il ruolo del Partito. Si sta dunque consolidando la leadership di Xi.

La leadership di Xi è molto forte forse più di quanto non fosse quella di Hu Jintao. C’è comunque una dialettica molto importante all’ interno del Partito quindi la figura di Xi è forte, autorevole, ma non onnipotente.

E’ dunque granitica la posizione di Xi al vertice? Ci sono dei rivali o outsider in grado di competere con la leadership di Xi?

E’ da escludere che vi possano essere dei cambi. Xi Jinping rimarrà leader per almeno i prossimi cinque anni. Bisognerà capire se vorrà mantenere un ruolo oltre il prossimo Congresso e come indicherà il suo successore e se nell’ indicare il suo successore farà un gioco interamente suo o se avranno una voce forte anche altri rappresentanti del Partito.

E’ comunque una questione molto interna, difficile da scandagliare dal di fuori. Sono stati espulsi, ultimamente, dal Partito ben 12 alti dirigenti tra cui Sun Zhenghai, accusati di aver tradito lo spirito del Partito stesso. Quale segnale lanciano questi arresti?

Ci sono stati 1 milione di funzionari e membri del Partito sanzionati nel corso degli ultimi 5 anni. Sono un numero immenso. Dietro questa lotta alla corruzione, c’è anche una lotta politica che vede Xi Jinping tentare di rafforzare la propria posizione nel portare avanti le riforme economiche. Quello che uscirà dal Congresso ci restituirà la fotografia degli equilibri di forza nel partito e sulla base di quella tentare di proiettare ciò che accadrà nei prossimi anni.

Attraverso questo Congresso del Partito Comunista Cinese, vengono rinnovati il Politburo ossia l’ Ufficio politico del Comitato Centrale, di 25 membri e il Comitato Permanente del Partito, oggi composto da 7 membri. Secondo lei, i rapporti di forza che si delineranno attraverso le nomine confermeranno la solidità della linea di Xi?

L’ impressione è che la linea di Xi Jinping dovrebbe prevalere. Lo abbiamo già visto nella messa in discussione di Sun Zhengcai, considerato da molti il possibile successore di Xi. Il segnale che abbiamo è che lui vorrebbe riuscire a portare avanti la sua linea.

Ha l’ impressione che la leadership di Xi stia divenendo più forte della presa sulla popolazione del Partito stesso?

Ci sono le famose teorie “del declino dopo 70 anni”. Ad oggi il Partito sembra procedere bene. Xi ha anche un suo ruolo al di fuori del Partito perché lega la sua caratterizzazione ad una forte cultura della sua persona o l’ appellativo di Shidada e il fatto che lui venga indicato come leader del Partito con una formulazione non usata da quasi trent’anni. Interpretare quale sia la dinamica di consenso all’ interno del Partito e all’ interno della popolazione sono temi complicati. L’ impressione che si ha è che Xi abbia molto consenso nel Paese, forse più che nei vari circoli all’ interno del Partito. Sono però dinamiche molto complesse.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore