Navigazione: Politica – Italia

Che differenza c’è tra Minniti, Salvini e Di Maio? Dalla lettera di Zingaretti al ‘Corriere’, alla Commissione Segre, fino al Memorandum Italia-Libia: ennesime prove della assurda e sconcia ipocrisia di questo Paese, o almeno di coloro che lo rappresentano in Parlamento
di

Vogliamo uscire dalla porta di casa, o almeno affacciarci alla finestra, e guardare dov’è il mondo, e magari cercare di viverci e operarci dentro, piuttosto che approfittare di qualche buchino comodo per sistemarci e sopravvivere?

Tutta la responsabilità sulle spalle del PD Occorre dare all’Italia una idea di futuro, che sia realmente alternativa all’idea di passato e di oscurantismo che ne danno Salvini e Meloni, con gli stellini da ridere per non piangere e Renzi destrutturatore, resta solo il PD
di

Per la sinistra è venuto il tempo di mettere le carte in tavola. Non è più tempo di mediazioni e di pazienza, ha ragione Zingaretti quando dice che non si può governare da avversari. Ora serve mostrare i denti, e si tratta di decidere a giorni

Dopo l’Umbria, Zingaretti o si dimette o punta i piedi con M5S Ora ha lui la possibilità di ‘ricattare’ gli altri, perché in caso di elezioni a breve Renzi è finito, e Giggino quasi, Zingaretti no. Ma il tempo è poco e occorre un progetto, e occorre che parli con Grillo, l’unico che può fare intendere ragione agli stellini
di

Zingaretti deve partire dalla lotta all’evasione, l’uso della moneta elettronica e riduzione del contante, da lì passa la credibilità del Governo nei confronti della gente, che avrebbe sicuramente preferito uno schock, se si fosse mostrato che il Governo fa quello che dice

La politica miserabile e le responsabilità di chi educa Solo a un miserabile, il cui mondo interiore somiglia alla superficie di Marte, viene naturale stabilire il collegamento tra l’assassinio di Luca Sacchi e i tagli alla Sicurezza, così come a una parte di coloro che lo votano
di

Non c’è nulla che possa intaccare le certezze che appoggiano sull’ignoranza e sulla malafede, quando l’Italia decide che è il momento di suicidarsi, non la ferma nessuno. Nell’arco di cento anni è accaduto 3 volte, col fascismo, col berlusconismo ed ora potrebbe accadere con salvinismo

Ergastolo ostativo: quando anche i Magistrati dimenticano la Costituzione Sorprende che due Magistrati per di più membri del CSM, Nino Di Matteo e Sebastiano Ardita, si schierino contro una sentenza della Corte Costituzionale, invitando cioè il legislatore o il Governo ad aggirarla
di

Che quel regime ostativo sia una bruttura giuridica e anticostituzionale (principio di uguaglianza, principio di ‘umanità’ della pena, ecc.) è evidente e la Corte Costituzionale lo ha ribadito: le sentenze si applicano, punto.