Navigazione: Opinioni

Ergastolo ostativo: il nuovo cruccio del fine giurista Di Maio Dice il brillante giurista: che ora se quella Corte di incompetenti decide contro l’ergastolo ostativo, decine di criminali incalliti, in particolare mafiosi, gireranno liberi per le strade italiane (e forse non solo!)
di

Le pene devono essere certe e certamente scontate, ma la dignità delle persone va sempre e comunque difesa e preservata e, come si dice, ‘la legge è uguale per tutti’. È la base della nostra civiltà. Ma Di Maio non lo sa

L’esigenza vitale di Renzi: apparire, costi quel che costi Anche a costo di far saltare il Governo per lui la visibilità è essenziale per riuscire a costruire il partito che non c’è. Prima tappa ora sarà il sotto-governo, le decine di nomine che dovranno essere decise
di

E intanto la riduzione dei parlamentari che andrà in porto la prossima settimana, insieme alle sanzioni ai parlamentari che cambiano partito mette a rischio la democrazia, forse più ancora del regime Salvini

Reddito di cittadinanza a ex terroristi? Sì, in nome della legge La pena serve a punire e redimere. Dal momento in cui ha scontato la sua pena, ha saldato il suo ‘debito’ con lo Stato, da quel momento è un libero cittadino. Nulla e nessuno può discriminarlo perché ha commesso un reato
di

Dire che ‘giuridicamente ne ha diritto’, vuol dire esprimere nei riguardi di questa e di qualunque altra vicenda del genere, una garanzia per tutti, la certezza che, qualunque sia l’idea di chi ‘comanda’ o ha potere, quel diritto sarà rispettato

Def senza balcone e senza ideologia Quel complesso di idee, sentimenti, passioni, obiettivi, che orientano la vita di ciascuno e quella di gruppi e, perché no, governi, è l’ideologia. In questo Paese ormai da troppi anni manca, la politica è fatta alla luce di nessuna idea o ideologia
di

I cittadini non sono più in grado di vedere quali siano i fini politici delle iniziative e delle parole dei politici, sempre più politicanti. Per il semplice motivo che quelle idee semplicemente non ci sono

Referendum sul maggioritario: e ora Renzi che farà? La parabola di Renzi, che ha in mano le sorti del Governo. La legge elettorale primo banco di prova per capire quanto il PD e il Governo potranno ‘stare sereni’ con lui
di

Renzi il furbo, abile, brillante, pronto, Renzi il cinico, faccia di bronzo, spregiudicato; Renzi al quale il il confronto faccia a faccia non gli si confà, lui parla via Facebook, Twitter e le TV; lui che alla fine è un bambinone vile, un Don Abbondio nel Paese dei Don Abbondio