Navigazione: Opinioni

Ministro Fioramonti, un po’ di jogging al cervello, please! Battute tra l’ovvio, l’azzardato, e la propaganda dei temi classici dei M5S da un Ministro che invece di occuparsi di istruzione prova fare la politica energetica
di

Ridicolo lui, ma, peggio, contribuisce a dare del Governo l’idea di una banda di arruffoni mattacchioni dove tutti si occupano di tutto perché competenti in niente, capaci di nulla, irresponsabili allo sbando, che giocano con i piani industriali di una società energetica di Stato

La grande bufala dell’Europa green Tutti siamo per la lotta al cambiamento climatico, ma le direttive, gli obiettivi, le politiche unanime, principalmente le volontà, non esistono o sono confuse. La fotografia dell’Europa oggi è quella di un Triangolo Utopico diviso tra Green ed Oil
di

Le linee politiche del Green e solo Green, faranno diventare il Continente Europeo un assurdo ed utopistico Eden verde vicino alla tanto amata ed odiata Germania, che intanto organizza la Conferenza sulla Libia

Odio l’odio Ci sarà pure, lo cerco, quel qualcuno che ha fatto indigestione di odio, non ne può più, odia l’odio, e lo usa come quella ‘occasione preziosa’ del Cardinale Zuppi, per scoprirsi civile e umano, riscoprire la fraternità
di

La piazza di quelli che dicono: noi non siamo contro nessuno, non abbiamo soluzioni in tasca, non crediamo che ‘solo la destra’ o ‘solo la sinistra’ possano risolvere le cose, quella piazza pratica, non predica, la fratellanza

Dal Mes alla prescrizione: provocazioni VS competenza Litigiosità e provocazioni di coloro che vogliono ‘mettere bandierine’, stellini e italoviventi che devono dimostrare di esistere, con il PD che comincia a non poterne più e con Gualtieri che sfodera la competenza che nel silenzio vince
di

Certo la necessità di dimostrare di esistere di gente senza arte né parte, ma i limiti sono superati, non si capisce più quale sia il senso di questa assurda litigiosità in un Governo che è nato per disperazione e deve continuare a stare in piedi per disperazione

Elkann, Salvini, giornali e sovranisti: incubo di un giorno di principio inverno La Cir dei De Benedetti vende il 43,7% di Gedi alla Exor degli Agnelli: perché ora? Ora, nel mezzo dello scontro tra la destra ‘a-democratica’ all’attacco dell’Europa e la sinistra alla ricerca di se stessa e sempre in difesa. Qualche domanda al limite dell’assurdo giusto per provare a venirne a capo
di

L’Europa se assomiglia ad uno Stato rischia di diventare la palla al piede ultima ai grandi progetti industriali di una enorme multinazionale come l’ex gruppo FIAT, liberatosi dell’Italia, scalcinante verso gli USA, sempre più al di sopra degli Stati

1 2 3 140