Navigazione: Brasile 2018

Brasile: nessun dubbio. E’ Bolsonaro quello da battere Bolsonaro? E’ lui l'alternativa ai partiti che non hanno sconfitto il PT. La parola ad Andre Pagliarini
di

“La grande forza di Bolsonaro? Rappresenta una valida alternativa per tutti coloro che credono che i tradizionali partiti conservatori non siano stati in grado di sconfiggere il PT. I leader politici hanno quasi sempre trascurato le politiche per migliorare le disuguaglianze a lungo termine a favore di dure misure a breve termine contro i gruppi emarginati. Bolsonaro non sta innovando quando offre soluzioni facili e brutali ai problemi della Nazione. E’ la risposta violenta a una perdita percepita di status”.

Crisi in Argentina: a preoccuparsi c’è anche il Brasile L’impatto della crisi argentina si estende altrove. Ecco la situazione in un Paese che teme un ritorno al passato
di

Ed al di là del fatto che si possa parlare di effettivo tracollo e di ritorno al 2001, cosa certa è che la crisi in Argentina sta influendo su altri paesi, tra cui il Brasile. La forte svalutazione del peso sta, infatti, producendo una certa pressione sulle imprese che commerciano con l’Argentina, in particolare, per l’appunto, proprio le aziende brasiliane.

Africa e Asia: ritorno al futuro. Il Brasile guarda avanti, la California guarda indietro La settimana della canapa nelle testate estere, dal 9 al 13 luglio
di

L’Africa scopre nei propri dibattiti, soprattutto in materia economica, che la coltivazione di canapa potrebbe dare una risposta inclusiva, rispettosa dell’Ambiente e sinceramente rivolta allo sviluppo continentale. Più di altre coltivazioni tradizionali, soprattutto per tenere fronte a potenze straniere che colonizzano i processi produttivi autoctoni, come ad esempio la Cina. Primo Summit assoluto in Nepal sulla coltivazione di canapa e la sua applicazione anche e soprattutto in ambito medicale. L’Asia guarda al proprio passato ed alle proprie tradizioni e rileva quali panorami di sviluppo possa dettare nel futuro in tale ambito. Il Brasile avviluppato tra una legislazione evangelica fortemente negativa verso la legalizzazione e le proposte che partono dal basso, più della metà della popolazione brasiliana, infatti, secondo un sondaggio governativo, sarebbe disponibile alla legalizzazione soprattutto a scopo medicale. La California, paradossalmente si ritrova a scoprire una legislazione in materia di importazione fortemente ostativa nei confronti degli operatori di Import/Export quando si tratta di marijuana. Proposta una ridiscussione della materia.

Brasile: Lula, una presidenza sempre più impossibile Dopo la sentenza di ieri del Tribunale Supremo Federale quale sarà il futuro del Brasile? Come si presenterà alle prossime elezioni, e qual è un’alternativa a Lula? Ne parliamo con Carlo Cauti giornalista italiano di base a San Paolo in Brasile.
di

Secondo la legge brasiliana chi è stato condannato non può candidarsi..la giustizia, se il PT insiste nel candidare Lula, cancellerà la sua candidatura. Nonostante i tentativi e i proclami, Lula è definitivamente fuori dai giochi a questo punto.