mercoledì, Agosto 5

Catalogna: chi è Carles Puigdemont? Da sconosciuto a "uomo dell' indipendenza catalana"

0

Solo due anni fa Carles Puigdemont era uno sconosciuto per il popolo spagnolo. Oggi, a 54 anni, è l’ “uomo dell’indipendenza catalana”. Ma chi è Carles Puigdemont?

Nato ad Amer, studia filologia catalana all’Università di Girona, pur ma non concludendo gli studi. Lavora presso diversi quotidiani tra cui “El Punt”,” Agencia Catalana de Notícies” e Catalonia Today. Ha inoltre scritto e pubblicato diversi libri sulla Catalogna. I suoi primi passi nella politica lo vedono membro fondatore della sezione di Girona dellaJoventut Nacionalista de Catalunya’ (“Gioventù nazionalista di Catalogna”); poi diverrà membro anche di ‘Convergenza Democratica di Catalogna’.

Fa il suo ingresso nel Parlamento catalano nel 2006. L’ anno successivo corre alle elezioni locali di Girona come candidato Sindaco per ‘Convergenza e Unione’, andando incontro, però, ad una sconfitta, a causa della quale è rimasto all’ opposizione. La svolta si ha nel 2011 quando viene eletto sindaco, rompendo la trentennale egemonia del ‘Partito dei Socialisti di Catalogna’.  Nel luglio del 2015 succede a Josep Maria Vila d’Abadal alla Presidenza dell’  ‘Associazione dei comuni per l’indipendenza’.

Il suo nome per la guida del Governo saltò fuori dopo il deludente risultato elettorale del settembre 2015, indette dal suo predecessore e compagno di partito Artur Mas. Puidemont viene eletto deputato al Parlamento di Catalogna nella lista indipendentista Junts pel Sí, ‘Insieme per il Sì’. L’alleanza secessionista ‘Insieme per il Sì’ aveva infatti ottenuto solo la maggioranza relativa. Per dare vita ad un governo è stato necessario formare una coalizione con il partito indipendentista della sinistra radicale Cup, che però ha imposto l’ esclusione di Artur Mas.

Dalla carica di Sindaco si dimette solamente nel gennaio 2016 quando Puigdemont assume la guida della Generalitat avendo, come obiettivo, l’ indipendenza. «Non è tempo per i codardi o per coloro a cui tremano le gambe. Tocca a noi assumerci le nostre responsabilità» sono le prime parole da capo della Generalitat. Come Presidente della Generalitat della Catalogna, Puigdemont è deciso a dare luogo al referendum sull’indipendenza fissato per il 1 ottobre, nonostante sia stato dichiarato illegale dalla Corte suprema spagnola.

Interpellato circa un suo possibile arresto, Puigdemont ha ribadito la sua convizione dicendo «Il procuratore generale lo ha ipotizzato. Se succederà faremo fronte a qualsiasi decisione» e ha definito l’offensiva giudiziaria contro la Catalogna «un fatto vergognoso, indegno di uno Stato democratico».

La folta capigliatura che contraddistingue il Presidente della Generalitat nasconde le brutte cicatrici causate da un grave incidente stradale al quale sopravvisse per miracolo all’età di 21 anni.  Molto attivo sui social media, grande appassionato della musica rock, Puigdemont è sposato con la rumena Marcela Topor, di 15 anni più giovane, ed è padre di due figlie.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore