domenica, Luglio 21

Catalogna: arrestato in Germania Carles Puigdemont Migliaia di persone hanno manifestato a Barcellona per protestare contro l'arresto

0

L’ ex-presidente catalano in esilio Carles Puigdemont contro cui Madrid ha emesso una nuova euro-richiesta di arresto ed estradizione è stato arrestato alle 11.19 su un’autostrada dello Schleswig Holstein dalla polizia tedesca mentre varcava in auto la frontiera fra la Danimarca e la Germania, proveniente dalla Finlandia e in direzione del Belgio, dove risiedeva dall’ inizio dell’ esilio. Puigdemont, ha detto il suo avvocato, è trattenuto dalla polizia tedesca in attesa di nuove indagini.

Secondo l’ avvocato, Puigdemont aveva lasciato venerdì sera la Finlandia, con l’ intenzione di mettersi a disposizione delle autorità belghe non appena tornato a Bruxelles. Sul leader indipendentista pende l’ accusa di  presunta ‘ribellione’ con altri 24 dirigenti catalani emesso dal tribunale supremo spagnolo, che ha riattivato l’euro-richiesta di arresto ed estradizione. Rischia, con gli altri incriminati, una condanna fino a 30 anni di carcere per avere condotto pacificamente il progetto politico dell’indipendenza, attraverso il referendum del 1 Ottobre 2017, e per la proclamazione della ‘repubblica’ alla fine dello stesso mese. 

Migliaia di persone hanno manifestato a Barcellona per protestare contro l’arresto in Germania dell’ex presidente Puigdemont. Numerosi scontri. Almeno 17 i feriti lievi. Tre persone sono state arrestate dopo gli scontri. 

(Video tratto dal canale Youtube Euronews)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore