sabato, Maggio 25

Brexit, cosa ricercano i cittadini europei?

0

Si avvicina in maniera sempre più inesorabile il referendum del 23 giugno in Gran Bretagna che sancirà la permanenza o meno del Paese nella UE. Aumentano i sondaggi, che vogliono gli euroscettici avvicinarsi, ma soprattutto emergono le paure, in particolare degli istituti di credito. Secondo il ‘Guardian‘, la Bank of England in caso di Brexit riunirà il comitato per la politica monetaria e quello per la politica fiscale, per cercare di scongiurare il caos di otto anni fa durante la crisi bancaria. Si teme infatti il crollo della sterlina e l’aumento deciso dell’inflazione: per questo si pensa ad alzare i tassi d’interesse, oltre a tagliare il costo del credito o espandere il programma di quantitative easing avviato dalla stessa banca. La sterlina poi è sotto pressione: da una settimana si è svalutata di oltre il 3% sull’euro, del 4% sullo yen e si è indebolita dell’1% anche sul dollaro. Da inizio anno il pound ha perso il 5,6% sull’euro, il 12,5% sullo yen, il 3,8% sul franco svizzero. Ma ad interessarsi al referendum sono anche gli altri Paesi europei. In particolare ecco un video di ‘Sky News‘ sulle ricerche fatte nei vari Stati collegate alla parola Brexit.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore