martedì, Aprile 7

Brasile, Temer alle prese con lo scandalo della carne avariata

0

Ore concitate in Brasile, dove la polizia federale nei giorni scorsi è stata impegnata in una mega operazione contro la vendita illegale di carne delle più prestigiose imprese del settore. Diverse le perquisizioni e gli arresti per un traffico di carne che dal Brasile arrivava in Europa in cattivo stato di conservazione.

E visto che il Brasile è il più importante esportatore di carne bovina e di pollo al mondo e suoi mercati più importanti sono Europa e Stati Uniti, lo scandalo della carne avariata, che ha portato all’arresto di una trentina di funzionari pubblici e dirigenti, ha avuto pesanti ripercussioni sull’economia del Paese.

A intervenire in prima persona Il presidente Michel Temer, che ha incontrato una delegazione di ambasciatori di Paesi importatori di carne brasiliana per spiegare le misure adottate dopo lo scandalo. In particolare sono state rafforzate le misure di sicurezza per garantire i prodotti, ma c’è soprattutto bisogno di ricreare fiducia nei confronti del Brasile, che visto il periodo di crisi non può permettersi di perdere terreno anche in un campo fondamentale come quello della esportazione di carne.

(video tratto dal canale Youtube di Al Jazeera)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.