giovedì, Ottobre 17

Brasile: annullato il processo di impeachment contro Rousseff

0

Colpo di scena in Brasile. Al termine di una riunione d’emergenza a Brasilia, il presidente ad interim della Camera Waldir Maranhao ha annullato la votazione -avvenuta nelle sessioni del 15, 16 e 17 aprile scorso- con la quale i deputati avevano deciso l’apertura della procedura di impeachment contro la presidente. Notizia che ha colto di sorpresa anche la stessa Dilma Rousseff, che ha invitato alla prudenza, in attesa di capire le consequenze di questa decisione.

Così commenta la Rousseff davanti a questa notizia:

«Sono una vittima di un colpo di Stato. E’ un’ assoluto disprezzo della popolazione brasiliana e un’offesa alla loro capacità di comprendere quando si dice che l’impeachment non è un colpo di stato perché è presente sulla costituzione. Beh, è ​​sulla costituzione, ma si dimenticano di dire che per avere un impeachment ci deve essere un crimine di responsabilità. E qui non c’è reato di responsabilità».

La decisione di Maranhao è una mossa a sorpresa: infatti, la procedura di impeachment era approdata al Senato dove era prevista una votazione il prossimo mercoledì. Inoltre, tale annullamento apre un conflitto istituzionale senza precedenti tra i due rami del parlamento brasiliano.

L’opposizione ha già annunciato che farà appello contro questa decisione davanti al Tribunale federale.

 

 

(video tratto dal canale YouTube di RT)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore