domenica, Novembre 29

Borsa: canapa, Canada e USA in profondo rosso Borsino andamento principali titoli canapa industriale

0

L’altalena borsistica dettata dai movimenti cupi del Covid-19 a livello internazionale, con picchi positivi legati alle sole circostanze connesse con i potenziali vaccini, determinano una vasta volatilità sui mercati borsistici mondiali. Il settore canapa non ne è esente in alcun punto, coltivazione, raccolta, trattamento, estrazione olii, in farmacopea e nel commercio o nella distribuzione. L’intera catena della canapa a livello mondiale questa settimana mostra segni e ferite profonde, soprattutto in una delle due principali borse del settore a livello globale, cioè il Canada dove il rosso è ancora più marcatamente drammatico.

Indice Marijuana Canada 180.49

In data 20/11/2020 è

Negativo: -14,42

Costituenti: 15

Cambio: -7,40%

Prezzo di apertura: 182.11

Volume Totale: 135.86 m

Il picco nell’andamento di crescita del valore dei titoli produzione canapa e marijuana è

12 novembre 2020 ore 10.30 AM raggiunto 202.70

13 novembre 2020 ore 10,30 AM raggiunto 198.60

16 novembre 2020 ore 10,30 AM raggiunto 195,28

17 novembre 2020 ore 10,30 AM raggiunto 192.66

18 novembre 2020 ore 10,30 AM raggiunto 197.91

19 novembre 2020 ore 10,30 AM raggiunto 1844.01

Indice Marijuana Stati Uniti 65.28

In data 20/11/2020

Negativo: -0,45

Costituenti: 29

Cambio: -0,68%

Prezzo di apertura: 65.95

Volume Totale: 17.12 m

Il picco nell’andamento di decrescita del valore dei titoli produzione canapa e marijuana è

12 novembre 2020 ore 10.30 AM raggiunto 64.13

13 novembre 2020 ore 10.30 AM raggiunto 64.16

16 novembre 2020 ore 02.30 PM raggiunto 65.32

17 novembre 2020 ore 03,00 PM raggiunto 64.82

18 novembre 2020 ore 04,00 PM raggiunto 66.30

19 novembre 2020 ore 10,30 AM raggiunto 66.12

Andamento borsistico aggiornato in data 20 novembre 2020

Uno sguardo contestualizzato alla data del 20 novembre 2020. Lo scenario globale delle società che operano nella lavorazione, coltivazione, trattamento e commercializzazione di canapa e le novità di un mercato di settore in forte fermento. Innovazione tecnologica, scoperte, variazioni economico/finanziarie, nuove opportunità di crescita, nonostante la crisi del Coronavirus a livello mondiale.

Un’azienda polacca della canapa stabilisce il record di raccolta fondi nella gara per l’espansione del settore tessile e CBD  

Kombinat Konopny, un coltivatore di canapa in Polonia, ha raccolto 4,2 milioni di zloty (1,1 milioni di dollari) in una campagna di raccolta fondi online questa settimana, battendo il record per la maggior parte dei soldi raccolti su un sito di crowdfunding polacco in un giorno. Più di 700 investitori hanno preso parte all’evento, che ha visto le azioni della società vendute per 1 zloty ciascuna lunedì pomeriggio e ha attirato l’attenzione dei media locali. La società afferma che prevede di utilizzare i soldi per finanziare il lancio della produzione di canapa-tessile e la produzione di oli di CBD a prezzi accessibili. Kombinat Konopnyha detto che il precedente record di crowdfunding in Polonia era detenuto dalla squadra di calcio polacca Wisly Krakow, che ha impiegato fino a 24 ore per raccogliere 4 milioni di zloty.”L’emissione di azioni Kombinat Konopny passerà sicuramente alla storia dello sviluppo del mercato degli investimenti polacco”, ha scritto la società sulla sua pagina Facebook. “Grazie a voi, attireremo l’attenzione dell ‘” opinione pubblica “e dei media” tradizionali “sul fatto che la canapa non è un [settore]marginale o di nicchia. La canapa è il futuro. Il nostro comune!”.

Un raid FBI nella Navajo Nation distrugge 250.000 piante presentate ufficialmente come canapa legale    

Un raid dell’FBI di tre giorni a 21 fattorie nell’area Shiprock della nazione Navajo nel New Mexico ha distrutto più di un quarto di milione di piante di marijuana che sarebbero state coltivate illegalmente come canapa senza licenza. I raid da parte delle forze dell’ordine statunitensi, statali e tribali sono iniziati il ​​9 novembre e hanno coinvolto più di 1.100 serre improvvisate, secondo un comunicato stampa dei procuratori federali. L’operazione faceva parte di un problema in corso con coltivazioni illegali installate nelle terre della nazione tribale. Il mese scorso, la Navajo Nation ha citato in giudizio quasi tre dozzine di persone, accusandole di violare la legge sovrana coltivando illegalmente canapa e marijuana nella riserva. La causa – la seconda intentata quest’anno dal Dipartimento di Giustizia della tribù – ha affermato che le operazioni stanno contaminando l’acqua, la terra e altre risorse naturali della tribù. La prima causa ha accusato il membro tribale e presidente di un consiglio di fattoria locale, Dineh Benally, di coltivare canapa su terreni tribali senza permesso. La nazione tribale ha chiuso la maggior parte delle fattorie collegate a Benally. Il Farm Bill del 2018 consente alle tribù di supervisionare la produzione di canapa se lo desiderano, ma la Navajo Nation non è tra le oltre 40 tribù che hanno approvato i piani in tal senso, secondo il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti. La tribù non ha un sistema normativo per la canapa industriale nella riserva, che si estende su parti dello Utah, del New Mexico e dell’Arizona.

SOAR™ lancia la linea di tintura funzionale, introducendo CBG e CBN      

SOAR™, produttori di prodotti CBD derivati ​​dalla canapa ad alte prestazioni per corpi e menti sani, ha annunciato oggi l’aggiunta di tre innovative tinture funzionali alla loro linea di prodotti – Harmony Held, Energy Enhanced e Sleep Secured – realizzati con CBD da agricoltura biologica, introducendo CBG e CBN e contenente meno dello 0,3% di THC. CBG e CBN sono cannabinoidi meno conosciuti di THC e CBD, ma piccole dosi possono avere molti effetti benefici per il corpo e la mente. Il CBN, o cannabinolo, è un analgesico naturale che in alcuni casi può essere un aiuto per dormire ancora più efficace del CBD. Il CBG, o cannabigerolo, è noto come la “madre di tutti i cannabinoidi” ed è stato collegato alla riduzione del dolore correlato a glaucoma, mal di testa o dolore oculare e anche al miglioramento dei livelli di appetito.

Il gruppo Hemp guarda ai mercati UE e cinesedopo essersi assicurati i finanziamenti USDA per il marketing all’estero      

Il National Industrial Hemp Council ha messo gli occhi sui mercati asiatici ed europei della canapa dopo aver affermato di aver stanziato $ 200.000 dal Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti per promuovere i prodotti di canapa degli Stati Uniti all’estero. Kevin Latner, vicepresidente senior per il commercio del NIHC, ha dichiarato a Hemp Industry Daily che il gruppo è stato informato di essere stato selezionato per partecipare al Market Access Program dell’USDA, che aiuterà il settore della canapa statunitense a identificare le opportunità del mercato internazionale e sviluppare una strategia di esportazione. Il programma consente ai gruppi di commercio agricolo degli Stati Uniti, alle cooperative e alle piccole imprese di collaborare con il Foreign Agricultural Service dell’USDA per condividere i costi delle attività di marketing all’estero che aiutano a costruire mercati di esportazione commerciali per i prodotti e le materie prime statunitensi. Hemp Industry Daily non è stato in grado di confermare immediatamente la selezione di NIHC come partecipante al programma di accesso al mercato; il FAS non ha ancora pubblicato gli stanziamenti del programma per il 2021 e non ha risposto a una richiesta di commento.

Una compagnia del settore tabacco del Kentucky acquista una quota nel produttore di sigarette di canapa del Texas        

Turning Point Brands, una compagnia di tabacco del Kentucky che si muove sempre più nello spazio della cannabis, ha acquisito una quota del 20% nel marchio di sigarette di canapa con sede in Texas Wild Hempettes. L’accordo, che include opzioni per Turning Point Brands di aumentare la propria partecipazione fino a una posizione di proprietà del 100% sulla base di determinate pietre miliari, è stato annunciato all’inizio del mese scorso. La joint venture Wild Hempettes è stata scorporata da Crown Distributing LLC e creata per consentire a Turning Point di essere il distributore esclusivo di sigarette a marchio Hempette ai rivenditori statunitensi con un accordo di partecipazione agli utili, secondo una dichiarazione della società. Altri terminidell’investimento non sono stati resi noti. Turning Point ha sede a Louisville e produce e distribuisce prodotti tra cui tabacco da masticare, sigaretti, cartine, liquidi elettronici e prodotti per lo svapo.

 

Dati tratti da

 https://www.dailymarijuanaobserver.com/

Marijuana Investments Data base

https://www.dailymarijuanaobserver.com/marijuana-stock-database

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore