Autore Massimo Conte Schächter

PhD Sociologo, scrittore per elezione e ricercatore per vocazione, inquiete persone ancora senza eteronimi di Pessoa. Curioso migrante di mondi, tra cui Napoli, Vienna, New York. Ha percorso solo per breve tempo l’Università, così da preservarlo da mediocrità ed ipocrisie, in un agone dove fidarsi è pericoloso. Tra decine di pubblicazioni in italiano ed in lingua si segnala l’unica ricerca sociologica al mondo sull’impianto siderurgico di Bagnoli, Conte M. et alii, 1990, L’acciaio dei caschi gialli. Lavoro, conflitto, modelli culturali: il caso Italsider di Bagnoli, Franco Angeli, Milano, Pref. A. Touraine. Ha diretto con Unione Europea e Ministero Pari Opportunità le prime indagini sulle violenze contro le donne, Violenza contro le donne, (Napoli 2001); Oltre il silenzio. La voce delle donne (Caserta 2005). Ha pubblicato un’originale trilogia “Sociologia della fiducia. Il giuramento del legame sociale” (ESI, 2009); “Fiducia 2.0 Legami sociali nella modernità e postmodernità” (Giannini Editore, 2012); “Fiducia e Tradimento. In web we trust Traslochi di società dalla realtà diretta alla virtualità della network society”, (Armando Editore, 2014). Ha diretto ricerche su migrazioni globali, lavoro e diritti umani, tra cui 'Partirono bastimenti, ritornarono barconi. Napoli e la Campania tra emigrazione ed immigrazione' (Caritas Diocesana Napoli, 2013 con G. Trani), ed in particolare “Bodies That Democracy Expels. The Other and the Stranger to “Bridge and Door”. Theory of Sovereignty, Bio-Politics and Weak Areas of Global Bίos. Human or Subjective Rights?” (“Cambridge Scholar Publishing”, England 2013). Nella tragica desiderante società dello spettacolo scrive per non dubitare troppo di se stesso, fidarsi un poco più degli altri e confidare nelle sue virtuose imperfezioni. Sollecitato, ha pubblicato la raccolta di poesie Verba Mundi, Edizioni Divinafollia, Bergamo. È Vice Presidente e Direttore Scientifico dell’Associazione Onlus MUNI, Movimento Unione Nazionale Interetnica.

Il ragno, il letto e la fiducia: i meccanismi dell’interazione sociale Quale arcano fa sì che un ‘ragno’ ed un ‘letto’ abbiano qualcosa da condividere con la fiducia, risorsa sociale indifferibile perché gli umani riescano a convivere ed a costruire società?
di

Pensiero lento vs velocità elettronica I can’t breathe (sussurrava il cittadino americano ma di pelle nera George Floyd al poliziotto squadrista che lo ha ucciso volontariamente…

Italica miscellanea d’agosto post Covid-19 In questo comico spaventato concertino estivo, le notizie sono tante, non proprio milioni di milioni, ma quanto basta per riderci amaramente in uno scorcio d’attimo molto (s)fuggente
di

Questo angusto assembrato asfittico post covizzato agosto italico 2020 non solo bisestile ma pure anno di m…da, tra riscoperte di bellezze assalti al mare e nelle discoteche, si presta ad un rapido sguardo sulla società italiana con lo spettacolo della sua politica, con lampi e squarci di superficiale magnificenza.

I soldi sono tanti, milioni di milioni … pochi Paperoni, tanti Paperini Meglio Paperon de’ Paperoni o Paperino? Si dovrebbe poter tornare a pensare a forme e modi di ri-appropriazione politica, economica, di ciò che ogni giorno viene sottratto ai poveri ed ai ceti medi del mondo
di

La rivoluzione sarebbe un mezzo conflittuale, ma assolutamente improponibile nelle attuali condizioni storiche. Forse proteste, ribellioni, rivolte che, però, non fanno altro che consentire un più duro ed aspro controllo sociale dai poteri che vengono finanziati e sostenuti da queste immense ricchezze