Autore Giancarlo Guarino

Giancarlo Guarino, ordinario, fuori ruolo, di diritto internazionale nell’Università degli Studi di Napoli Federico II, è autore di numerose pubblicazioni su diverse tematiche chiave del diritto internazionale contemporaneo (autodeterminazione, terrorismo, diritti umani, ecc.) indagate partendo dal presupposto che l’Ordinamento internazionale sia un sistema normativo complesso e non una mera sovrastruttura di regimi giuridici gli uni scollegati dagli altri.

Salvini sotto accusa, in forza della Costituzione Il come e il perché l’accusa contro l’ex Ministro degli Interni è atto che applica a pieno la Costituzione, in particolare gli articoli 2 e 10 ce lo può ben spiegare Piero Calamandrei
di

L’intero ordinamento giuridico italiano rispetta e applica i diritti dell’uomo, chiunque subisca discriminazioni politiche nel proprio Paese ha diritto a riceve asilo nel nostro, ciascuno ha il diritto che gli venga assicurata la possibilità di lasciare il proprio Paese e gli Stati debbono accoglierli

Le sardine sono la tosse, i politici sono il fumo La loro è la rivoluzione per mandare a casa i mentecatti che siedono nelle istituzioni, il contrario del populismo, non vogliono ‘fare’ politica, essere un partito, vogliono ‘buona politica’, vogliono risanare partiti e istituzioni. Sarà una lotta furibonda
di

‘Abbattere’ gente come Matteo Salvini, Luigi Di Maio, Beppe Grillo, Matteo Renzi, Andrea Marcucci, Lorenzo Guerini, Nicola Zingaretti, non sarà facile perché loro sono il fumo e lo strumento grazie al quale c’è il fumo. Sono la causa del fumo e della tosse

Sardine, non un partito, ma la pulizia dei partiti Il ‘vaffa’ delle sardine -molto più forte della volgarità di Grillo o di Salvini-Meloni- con il sorriso e un po’ di sana cultura, per coordinare il ‘risveglio del popolo’ contro le brutture di questo immondo ceto politico, che però non va rovesciato, ma costretto a cambiare sé stesso
di

Gli stellini sono finiti, e di Salvini la gente comincia averne abbastanza. Sostituire molte delle facce patibolari attualmente al potere nei partiti e nel Governo, con persone normali, attente, colte e competenti. Ce ne sono nei partiti, poche, ma ce ne sono

Sardine: rivoluzionari veri, senza capi, oratori e consulenti Ai politicanti si chiede di smetterla di fare chiacchiere, campagne elettorali perenni invece di stare al posto per il quale si è pagati profumatamente, fare il mestiere per il quale si è pagati. La richiesta più rivoluzionaria, nella sua apparente normalità, dell’assalto al Palazzo d’Inverno!
di

Il loro obiettivo non è ‘solo’ Salvini, ma anche i grillini, e molti altri, cioè i politicanti delle parole e di Facebook, quella puzzolente genia di politicanti e grassatori da quattro soldi che ci hanno governato e ci governano

Odio l’odio Ci sarà pure, lo cerco, quel qualcuno che ha fatto indigestione di odio, non ne può più, odia l’odio, e lo usa come quella ‘occasione preziosa’ del Cardinale Zuppi, per scoprirsi civile e umano, riscoprire la fraternità
di

La piazza di quelli che dicono: noi non siamo contro nessuno, non abbiamo soluzioni in tasca, non crediamo che ‘solo la destra’ o ‘solo la sinistra’ possano risolvere le cose, quella piazza pratica, non predica, la fratellanza

Dal Mes alla prescrizione: provocazioni VS competenza Litigiosità e provocazioni di coloro che vogliono ‘mettere bandierine’, stellini e italoviventi che devono dimostrare di esistere, con il PD che comincia a non poterne più e con Gualtieri che sfodera la competenza che nel silenzio vince
di

Certo la necessità di dimostrare di esistere di gente senza arte né parte, ma i limiti sono superati, non si capisce più quale sia il senso di questa assurda litigiosità in un Governo che è nato per disperazione e deve continuare a stare in piedi per disperazione

Elkann, Salvini, giornali e sovranisti: incubo di un giorno di principio inverno La Cir dei De Benedetti vende il 43,7% di Gedi alla Exor degli Agnelli: perché ora? Ora, nel mezzo dello scontro tra la destra ‘a-democratica’ all’attacco dell’Europa e la sinistra alla ricerca di se stessa e sempre in difesa. Qualche domanda al limite dell’assurdo giusto per provare a venirne a capo
di

L’Europa se assomiglia ad uno Stato rischia di diventare la palla al piede ultima ai grandi progetti industriali di una enorme multinazionale come l’ex gruppo FIAT, liberatosi dell’Italia, scalcinante verso gli USA, sempre più al di sopra degli Stati

Un Paese nelle mani di due poveracci e una Bestia Giggino e Matteuccio, con Grillo che fa la politica estera che non fa Giggino, Matteuccio pensa alla villa, la Bestia e i suoi accoliti impegnati a provare demolire le sardine
di

Ma la maggioranza non-silenziosa (leggasi sardine), c’è, è lì, attende politica. Sono maggioranza, vera, per niente liquida, sono tutti quegli italiani che non rispondono ai sondaggi e non vanno più a votare, più una parte consistente dei votanti a sinistra

Cantate, cantate ‘Bella ciao’, in chiesa, si, anche lì, perché Gesù non è leghista Gramellini per una volta ha toppato: quella canzone è inno alla liberazione, si, liberazione dall’odio, dal razzismo, dalle bugie, dalla politica insulsa, è l’inno di quelli che «la vedo, prendila!»
di

Se non lo avessero ammazzato proprio per questo e sull’altare la canterebbe Monsignor Romero, perché la Chiesa non è solo quella di Ruini, ma oggi è quella di Bergoglio, di Zuppi, di Galantino …

1 5 6 7 8 9 41