Autore Giancarlo Guarino

Giancarlo Guarino, ordinario, fuori ruolo, di diritto internazionale nell’Università degli Studi di Napoli Federico II, è autore di numerose pubblicazioni su diverse tematiche chiave del diritto internazionale contemporaneo (autodeterminazione, terrorismo, diritti umani, ecc.) indagate partendo dal presupposto che l’Ordinamento internazionale sia un sistema normativo complesso e non una mera sovrastruttura di regimi giuridici gli uni scollegati dagli altri.

Carige: come fare una cosa giusta e vergognarsene Questi ‘nuovi’ politici hanno fatto quello che era indispensabile, ma con la stessa frenesia di dire che non volevano farlo di una vergine assatanata dal desiderio di perdere la verginità
di

Cari ragazzi, questo giochetto del gettare la pietra e nascondere la mano lo avete già fatto troppe volte, non funziona più! Infatti i vostri sostenitori vi massacrano sui social. Decidete, governate, e se non lo sapete fare andate a casa

Decreto Salvini: perchè contro cattiveria e ignoranza costituzionale si deve ricorrere Perché quel decreto è odioso e si deve ricorrere alla Corte costituzionale? Perché abolisce la figura del migrante umanitario, violando i trattati in materia sottoscritti dall’Italia e la nostra Costituzione; Mattarella ha fatto bene a promulgarla e i Sindaci a bloccarne l’applicazione in attesa della Corte costituzionale
di

Un pubblico funzionario ha il dovere di agire in maniera conforme alla Costituzione, se applicasse la norma, sapendo o avendo ragione di dubitare che sia incostituzionale, commetterebbe un illecito, quindi, per evitarlo deve fare in modo di ricorrere alla Corte costituzionale

Incubo di inizio d’anno: tra il sanculotto Di Maio e il prefascista Salvini Mai come oggi il futuro è buio, oscuro. Il disprezzo per la democrazia e l’odio per questa Costituzione dei due ‘uomini forti’ del momento: potremmo non fermarli in tempo. È già accaduto
di

Il sanculotto e il Mussolinetto di serie C hanno in mano un cannone enorme: l’elezione del nuovo Capo dello Stato. Se ci riescono, li avremo davanti per almeno venti anni! E ci siamo già passati