Autore Giancarlo Guarino

Giancarlo Guarino, ordinario, fuori ruolo, di diritto internazionale nell’Università degli Studi di Napoli Federico II, è autore di numerose pubblicazioni su diverse tematiche chiave del diritto internazionale contemporaneo (autodeterminazione, terrorismo, diritti umani, ecc.) indagate partendo dal presupposto che l’Ordinamento internazionale sia un sistema normativo complesso e non una mera sovrastruttura di regimi giuridici gli uni scollegati dagli altri.

Salvini: il Senato non potrà salvarlo da Corte Europea sui diritti dell’uomo e Corte penale internazionale La valutazione della politicità di un certo atto del Ministro, è, sì, insindacabile, ma ciò non pertanto tocca e danneggia interessi e diritti anche individuali
di

Il ‘no’ insindacabile del Senato equivarrebbe alla volontà di non perseguire il presunto responsabile del reato e quindi determinare la competenza della Corte penale internazionale

Dalla Diciotti alla Sea Watch: duemila anni di civiltà nella spazzatura L’attore principale è Matteo Salvini, sostenuto, stupidamente, non solo e non tanto da Luigi Di Maio , ma dall’‘avvocato del popolo’, che evidentemente dimentica che anche quei cinquanta sono ‘popolo’
di

La Sea Watch si trova in acque territoriali italiane, ciò che accade su quella nave è sotto il ‘controllo’, e quindi la responsabilità, dello Stato italiano. La bandiera non c’entra nulla

In Venezuela il diritto internazionale piange Gli altri Stati non possono usare la forza contro il Governo legittimo del Venezuela; pretendere nuove elezioni in otto giorni o altro è inammissibile e illegittimo, ‘riconoscere’ come Presidente uno che non è stato eletto è privo di senso
di

Un Governo legittimo può solo essere rovesciato (o sostituito) in due modi: attraverso nuove elezioni o, in casi del tutto eccezionali di violazione dei principi cardine del diritto internazionale, attraverso un intervento della Comunità internazionale

Salvini rinviato a giudizio? Tranquilli, non succederà nulla di nulla Il Senato non darà l’autorizzazione e sarà una forzatura della volontà politica sul diritto e sulla Costituzione, sottrazione di una persona alla valutazione del suo comportamento da parte del Tribunale
di

Si è arrivati a confondere l’azione politica legittima con gli strumenti del diritto, si sostiene che per perseguire uno scopo politico si possono comprimere i diritti delle persone! Siamo completamente fuori dalla Costituzione

Migranti RIportati in Libia: violati i diritti dell’uomo Chi lo fa, permette di farlo, o ordina di farlo è responsabile di violazioni gravi dei diritti dell'uomo e in particolare dell’art. 7.1, lettere ‘c’, ‘d’, ‘e’, ‘h’, ‘k’ dello Statuto della Corte penale internazionale
di

Un Governo che viola continuativamente i diritti dell’uomo: questa è l’Italia oggi, questo è il frutto del concentrato di indifferenza, cinismo, odio, cattiveria e ignoranza che marca la classe politica di oggi