giovedì, Maggio 23

Autore Giancarlo Guarino

Giancarlo Guarino, ordinario, fuori ruolo, di diritto internazionale nell’Università degli Studi di Napoli Federico II, è autore di numerose pubblicazioni su diverse tematiche chiave del diritto internazionale contemporaneo (autodeterminazione, terrorismo, diritti umani, ecc.) indagate partendo dal presupposto che l’Ordinamento internazionale sia un sistema normativo complesso e non una mera sovrastruttura di regimi giuridici gli uni scollegati dagli altri.

Decreto Salvini: il ‘Ciapa lì e porta a cà’ di Mattarella al ‘pajass’ del Viminale Nella lettera che accompagna la firma del decreto, Mattarella, di fatto, ha detto che il provvedimento non rispetta la Costituzione; ecco perché
di

Se la norma non verrà corretta in Parlamento, alla prima occasione vi sarà un ricorso alla Corte Costituzionale e la norma verrà annullata, ricorso che potrebbero fare i parlamentari, se ce ne fossero degni di questo nome

Dal CSM al Def: Alice-Di Maio-Salvini delle meraviglie … o degli orrori Che vuol dire ‘manovra del popolo’? la manovra economica deve essere fatta nel rispetto di certe regole, nell’interesse del popolo, che non si vede che vantaggi possa trarre da un aumento ulteriore del debito pubblico
di

Governare non significa né appropriarsi dello Stato e di tutto ciò che esso contiene, né cancellare tutto ciò che c’è, né ignorare la realtà, né, non tenere conto della realtà oggettiva e delle persone vere

Decreto Salvini: incompetenza, volgarità, stupidità e cattiveria assurte a legge Un decreto legge volto a coartare il Quirinale, nato ‘contro’, e la legislazione ‘contro’ ha sempre portato a regimi autoritari o ne è frutto
di

Scritto con i piedi (volutamente forse), viola le convenzioni internazionali che abbiamo introdotto nel nostro ordinamento, è pieno di aberrazioni giuridiche, è un decreto cattivo, noi italiani, oggi, siamo cattivi per legge

Rocco (Casalino) e i suoi fratelli(ni) sempre più inconcludenti e ipocriti Ci salvano, o ci provano, la Farnesina di Moavero e le Finanze di Tria, tutto il resto più che noia è pena, con i Casaleggio boys superpagati per diffondere veline e Conte di ritorno dalla passeggiata a Salisburgo
di

Conte di ritorno da Salisburgo si conferma l’uomo che ottiene ‘condizioni meramente potestative’; da Pechino Di Maio si conferma il fine economista del ‘debito … a babbo morto’