Autore Giancarlo Guarino

Giancarlo Guarino, ordinario, fuori ruolo, di diritto internazionale nell’Università degli Studi di Napoli Federico II, è autore di numerose pubblicazioni su diverse tematiche chiave del diritto internazionale contemporaneo (autodeterminazione, terrorismo, diritti umani, ecc.) indagate partendo dal presupposto che l’Ordinamento internazionale sia un sistema normativo complesso e non una mera sovrastruttura di regimi giuridici gli uni scollegati dagli altri.

Libia: il comodo e ipocrita galleggiamento italiano Tra due che usano le armi e che chiedono ad altri di aiutarli ad usarle meglio, o tu sei lì ponto a metterti di mezzo o aiutare l’uno o l’altro, o non conti nulla. Infatti, noi non contiamo nulla. E non mettete di mezzo la Costituzione
di

È troppo facile avere l’anima pura e pacifica e voltarsi dall’altra parte se vicino (o lontano) si ammazzano. Questa non è volontà di pace, è cinismo, ipocrisia, indifferenza e, magari, strafottenza, razzismo, disprezzo

Sardine, Mattia Santori, usate il sardinese, non il politichese! Santori sta eccedendo, lui e i suoi ‘co’ o ‘sotto’ capi. Non che dica delle cose sbagliate, ma sono troppe e sempre più in politichese. Se usi il politichese ti rispondono in politichese e ti fregano
di

Non siete voi che ‘siete’ il popolo? E il popolo guarda a domani, vuole cambiare la propria situazione domani, non lamentarsi, urlare, odiare, quello è leghismo e grillismo, è politichese

Signor Zingaretti, è la politica che serve, non i nomi nuovi Di ‘visioni’ non se ne vedo, ma se ci fossero, tutte ste belle cose (posto che ci siano e siano belle, ma aspettiamo che ce le diciate) chi le fa? L’attuale ‘personale politico’ del PD?
di

Scelga una stanza nel ‘loft creato da Veltroni’ e ci metta dentro tutta quella gente ‘usata’ del PD, sulla porta ci scriva ‘brain trust’, e mentre loro ‘pensano’, lei scelga persone nuove, giovani, capaci e … idealiste, capaci di spendersi per una idea, che non sia la poltrona, ma un interesse generale, vero

Soldato italiano a Erbil, chiediti che cavolo ci stai a fare lì Mentre i nostri ragazzi stanno lì, e non solo lì, mentre le nostre portaerei e fregate stanno nei porti a fare ruggine, a Roma che si fa, chi decide, cosa decide, perché? O ci siamo sul serio o ‘leviamo mano’
di

Intanto Metternich-Di Maio e pochette-Conte volano di qua e di là, incontrano ‘nemici’ senza avvisare gli ‘amici’ e, soprattutto, scrivono cazzate e ne dicono di peggio

Occorre una politica estera. Già: e chi la fa, Giuseppi e Giggino? Che ci fa Giggino agli Esteri? Che ne sa Di Maio di politica estera? di diritto internazionale? che ne sa di Medio Oriente, di Libia, di NATO? Nulla. Ma la politica estera italiana non c’è, e da molto, troppo tempo
di

Il diritto è diventato solo lo strumento per fare valere la propria egemonia, per fare prevalere i propri ‘valori’, piuttosto che col pensiero, con le armi. L’Italia assiste ma non agisce

1 2 3 36