Autore Domenico Barrilà

Violenza e razzismo, dopo il Poetto nessuno più è innocente
di

L’eccidio di Barcellona, i fatti di Turku, in Finlandia, il gruppo di napoletani che sulla spiaggia del Poetto tentava aggredire il senegalese ambulante, il massacro, tra l’indifferenza, di Niccolò Ciatti e non solo: l’estate in corso deve considerarsi un vero e proprio museo degli orrori

Licata sfiducia il Sindaco, la Sicilia è emergenza europea
di

La vicenda non può passare così, sul tappeto c’è la credibilità dello Stato, Il Governo dica qualcosa di forte, lo Stato si riprenda ciò che gli è stato sottratto, denunci penalmente i Consiglieri responsabili della sfiducia al Sindaco, rimettendolo in sella dopo avergli espresso la propria gratitudine

Lo Stato abusato in Sicilia
di

Se i siciliani non decideranno di prendersi le proprie responsabilità, saranno i cittadini italiani a puntare i piedi. Prendiamo il caso di Licata e Angelo Cambiano, qui lo Stato dorme

Aiutiamo Matteo Renzi a casa sua
di

La magia è finita e gli elettori, che spesso sono romantici ma non sempre fessi, stanno sciamando, delusi per l’ennesimo pacco. Matteo Renzi sarà aiutato nell’esagerato livello di autostima a casa sua

Tra bombe e pregiudizi, la violenza che non passa
di

Mi chiedo a chi era rivolta la preghiera di quei violenti, perché l’idea di Dio che veicolano ne presuppone uno stupido e crudele. Si sono bloccati nella crescita, inciampando nell’Antico Testamento, e vedono in Cristo un fallito, uno sconfitto