Autore Domenico Barrilà

Matteo Renzi e i ‘fedelissimi’. Uno spettacolo imbarazzante Dice anche che il Governo è saldo, ma sa benissimo che ora dipende solo da lui, quindi il Governo è prossimo alla fibrillazione, se non succederà è perché non conviene a lui
di

Matteo Renzi, così come Matteo Salvini, non avrebbe dovuto fare politica, perché quella normale è dominata dal pronome personale ‘noi’, troppo ingombrante per le loro abitudini mentali, a entrambi il ‘noi’ evoca la dinamica della mandria, con una sola guida. Il mandriano

Governo, ‘senz’olio contro vento’. E con un pessimo equipaggio Non è quale ruolo possano occupare Luigi Di Maio, Matteo Salvini, Matteo Renzi o riserve come Danilo Toninelli, Alessandra Locatelli, Simona Malpezzi, ma che cosa ci fanno costoro in politica e, soprattutto, perché l’enorme qualità presente nel nostro Paese non riesce ad affiorare e a farsi ‘servizio’
di

Nessuno può ragionevolmente pensare che individui incapaci persino di concludere un corso di studi scolastici o disoccupati cronici, una volta diventati parlamentari e ministri, possano rispondere alle complessità presenti in un sofisticato macrocosmo come l’Italia

La ‘scuola politica’ di Matteo Renzi e il nostro futuro Venerdì 23 agosto: primo giorno di speranza, dopo 17 mesi di incubo, giorno dell’apice della ‘pedagogia politica’ di Matteo Renzi, figlia di una volontà di potenza fuori scala
di

Matteo Renzi e quel fenomeno fastidioso noto come ‘renzismo’, sono nient’altro che ripetizioni di fenomeni già visti, risposte sbagliate a input letti male da occhi servili e/o da ipertrofica presunzione del capo

La necessità di farcela, ma PD e Lega non sono la stessa cosa I pentastellati dimenticano che andare a prostitute e confessarsi sono cose diverse. Il PD deve intestarsi una funzione pedagogica, cercare di ‘educare’ alle responsabilità istituzionali un gruppo a cui un terzo degli italiani si è affidato
di

La missione del Pd è regalare alla democrazia italiana un Movimento finalmente maturo, perché c’è bisogno di allargare la base della diga chiamata ad arginare una italiana destra mai così violenta, razzista e fascista

Il Cattolicesimo ‘a la carte’ dei fascisti si scaglia contro ‘Civiltà Cattolica’ Un brodo culturale retrogrado che nei prossimi mesi potrebbe assestare il colpo di grazia a tutti noi, spingendo ai vertici del Governo un uomo che incarna tutti i tratti dei commentatori della vignetta
di

I commenti mostrano un quadro oscuro e violento di quella fascia di cittadini, sempre più cospicua, sedotti da leadership autoritarie e da messaggi aggressivi, persone confuse che si dicono credenti, ma non si capisce bene in cosa, certo non nel Nazareno

1 2 3 8