Autore Virgilio Carrara Sutour

Verso il Global Compact: continuità o rottura? Quali sono le politiche che impediscono all’Italia e all’Europa di guardare oltre l’emergenza? Risponde Daniela Vitiello, assegnista di ricerca in Diritto dell’Unione europea presso il Dipartimento di Scienze giuridiche dell’Università di Firenze
di

Nei modelli attuali di gestione dei flussi migratori a livello nazionale ed europeo – che si riflettono sul negoziato intergovernativo che condurrà all’adozione formale del Global Compact sulla migrazione – possiamo individuare 3 elementi distintivi.

UNRWA: un futuro a rischio? L’azione a sostegno dell’Agenzia per i rifugiati palestinesi trova nell’Italia un solido appoggio. Non mancano ripensamenti da parte dei singoli Paesi europei e criticità di natura non solo finanziaria. Intervista ad Alberto Tonini, Docente di Storia delle Relazioni internazionali all’Università di Firenze
di

In seguito alla decisione da parte degli Stati Uniti (storico donatore, insieme all’Unione europea e ad alcuni Paesi del Golfo come l’Arabia Saudita, oggi in parziale ritirata) di interrompere i finanziamenti, si prevedono pesantissime conseguenze sull’intero sistema di aiuti e di assistenza.

TAP: se la trasparenza finisce sottoterra Diversificazione energetica, interesse nazionale e istanze locali, impatto ambientale: il Corridoio del gas è tutto questo. Come riportare sui tavoli italiani un dibattito ridotto ai minimi termini?
di

«Uno dei progetti infrastrutturali più strategici e consolidati nel panorama europeo» e «una nuova risorsa di gas per uso domestico e industriale, che aumenterà la sicurezza degli approvvigionamenti energetici nell’area interessata».

1 2 3 16