Autore Fulvio Beltrami

Congo: la beffa elettorale prima della tempesta Caos elettorale non casuale, la situazione è propizia per dichiarare percentuali di voto inesistenti a favore del candidato del regime, intanto le potenze regionali puntano a una proxy war supportando le ribellioni congolesi pronte ad esplodere
di

Alliance des Forces Patriottiques Katangaises ha proclamato l’indipendenza dal 1° gennaio della ricchissima provincia del Katanga. Si prospetta lo scoppio di un conflitto dai volti non ben definiti

Sudan in fiamme E’ la rivolta del pane, movimento popolare che assume sempre più connotati politici e sta mettendo in seria crisi il regime, riabilitato dall’Occidente, considerato dalla maggioranza della popolazione araba e cristiana come una insopportabile e disumana dittatura
di

Il regime sta tentando di controllare la rivolta popolare, che al momento è spontanea, prima che qualche leader politico riesca a coordinare le varie sommosse in una rivoluzione o in una guerra civile

Burundi: dritti verso il baratro, con capitale Gitega Pierre Nkurunziza imperterrito va avanti a realizzare il suo folle segno di un Regno Hutu con lui Prete Re. Ha annunciato che la capitale da Bujumbura verrà spostata a Gitega, dove si trova il Palazzo Reale
di

Bujumbura sarà declassata a capitale economica. La guerra con il Rwanda si sta profilando all’orizzonte insieme al genocidio, facilitato dalla creazione dell’Esercito hutu, dopo tutte le purghe contro i tutsi

Congo, in attesa del voto, forse, se non si va al 2020 «Il popolo congolese non tollererà un nuovo rinvio delle elezioni», avvertono la Conferenza episcopale e la Chiesa protestante in una nota congiunta. In forse la legittimità del voto causa la sospensione delle elezioni in città che insieme rappresentano il 3% dell’elettorato
di

Il rinvio dell’ultimo minuto che potrebbe nascondere la volontà del rais di cancellare le elezioni dopo aver constatato che solo un pugno di fedelissimi voterà per il suo delfino Emmanuel Ramazani Shadary, Joseph Kabila, elezioni in Congo

Elezioni Congo: la grande beffa di Kabila, con possibile nuovo rinvio La preparazione delle elezioni versa nel più completo caos, possibile rinvio a gennaio, mentre il delfino di Kabila si prepara ad essere dichiarato Presidente sulla base di spogli elettorali incompleti e non rappresentativi, probabilmente con un circa 52% di voti
di

Quello che preoccupa è lo scenario post-elettorale, i rischi di un conflitto sono alti, certo scoppieranno le violenze.
La vittoria già designata dal regime per Ramazani contrasterà con l’evidente mancanza di supporto popolare.

Rwanda – Burundi: escalation militare, vicinissimi al conflitto Conflitto sempre più possibile e di reciproco interesse. Pierre Nkurunziza sarebbe pronto a dichiarare lo stato di guerra contro il Rwanda, al quale tutto sommato non dispiace
di

Peggiorando la crisi con il Rwanda, Nkurunziza intende rafforzare il debole sentimento anti-tutsi tra la popolazione burundese hutu; il Rwanda ha interesse a far scoppiare il conflitto: ragioni di sicurezza nazionale

Burundi: finita l’alleanza opportunistica con l’Uganda Yoweri Museveni sta ‘scaricando’ Pierre Nkurunziza, il 27 dicembre rifissato summit della East African Community sulla crisi burundese dopo che a inizio dicembre identico vertice era stato disertato dal Burundi
di

Il nuovo vertice si terrà con o senza la presenza del Burundi, Museveni ha avvisato Nkurunziza come tutte le alleanze politiche opportunistiche siano fragili e non possano tenere dinnanzi al rischio di mettere in pericolo la stabilità della Regione dei Grandi Laghi

Sudan: Russia e Stati Uniti si contendono la realizzazione della più importante raffineria della regione La russa TK Ural Trade e la statunitense Energy Link International si sono proposte di costruire la più grande raffineria di petrolio regionale presso la città portuale Port Sudan
di

Obiettivo del Governo sudanese: usare i giacimenti del Sud Sudan sui quali ha imposto un diritto coloniale per rifornire non solo il mercato interno ma anche quello regionale, in particolare quello etiope