Autore Fulvio Beltrami

Sudan: complotto arabo-israeliano per sostituire Bashir con il ‘boia di Khartoum’ Salah Gosh avrebbe incontrato il Direttore del MOSSAD con la mediazione congiunta di Egitto, Arabia Saudita, Emirati Arabi; concordi a mollare Bashir anche USA e Francia, mentre della posizione italiana non si sa nulla
di

“Un Sudan post-Bashir potrebbe implodere creando una situazione come in Libia o Somalia, le cancellerie dei Paesi ‘amici’ cercano l’uomo alternativo all’interno del partito di Governo”

Congo, l’ex vescovo di Kinshasa rivela i veri risultati delle elezioni “Martin Fayulu ha vinto le elezioni. È lui il vero vincitore. Questo è il problema”, ha detto il Vescovo Monsengwo, rivelando che i dati sugli spogli delle urne in possesso della CENCO sono stati confrontati con quelli a disposizione del partito di Tshisekedi, decretato invece vincitore
di

Le dichiarazioni fatte da Monsignor Monsengwo sono a titolo personale, ma non ci sono state prese di distanza da parte della Chiesa Cattolica, mettendo così in crisi la legittimità presidenziale di Tshisekedi che già era evidente non esserci

Sudan: coalizione di Governo vuole abbandonare Bashir L'alleanza dei partiti di Governo chiede ad Al-Bashir di non candidarsi alle elezioni del Sudan del 2020, le forze armate vacillano e l’opposizione punta a una coalizione militare contro il regime
di

Due i grandi ostacoli per l’uscita di scena di Bashir: il mandato di arresto internazionale emesso dalla CPI, e i falchi dell’Esercito hanno goduto per decenni privilegi e ricchezze sotto la guida di Bashir

Congo: Martin Fayulu ha le carte in regola per accedere al potere, ma ci riuscirà? Ha vinto le elezioni, è un capace manager, gode di potenti amicizie straniere, oltre a quelle di Bemba e Katumbi che possiedono eserciti privati, ma ora tutto o quasi dipende da USA, UE, Unione Africana
di

La sua intenzione di modificare il Codice delle Miniere potrebbe aver attirato antipatie presso le multinazionali occidentali coinvolte nell’affare del mercato parallelo delle risorse naturali congolesi guidato da Kabila