lunedì, Ottobre 21

Aumenta l’utilizzo dei coupon digitali da parte degli Italiani Il boom dei codici sconto è stato registrato specialmente tra gli utenti più giovani che acquistano su Internet

0

Gli amanti del risparmio saranno già a conoscenza del fatto che anche in Italia l’impiego dei codici sconto abbia registrato un vero e proprio boom, specialmente tra gli utenti più giovani. Si parla in generale della fascia 18-44 anni, che rappresenta l’80% del totale, anche se i più assidui utilizzatori risultano però essere gli internauti appartenenti alla fascia 18-34 anni. Questi ultimi, al momento dell’acquisto su internet, non perdono occasione per andare alla ricerca di un’offerta che permetta loro di ottenere lo stesso bene o servizio a un prezzo notevolmente più basso.

Piucodicisconto è una piattaforma specializzata che ha fatto di questo concetto un vero e proprio stile di vita, con il suo motto ‘What do you want, for less‘ che diventa un vero e proprio mantra per tutti coloro che abbiano voglia di concedersi qualche sfizio ma allo stesso tempo di risparmiare. Gli ultimi dati raccolti dal team Piucodicisconto raccontano di oltre 6 milioni di italiani che nel 2018 hanno fatto uso dei coupon promozionali, un trend in netta crescita rispetto al 2017, con oltre il 50% di utilizzi in più.

Tra le regioni maggiormente interessate da questo fenomeno ci sono la Lombardia, con circa 1,5 milioni di patiti dei codici sconto, il Lazio, con circa 1 milione, e la Campania, con i suoi 458mila fortunati risparmiatori. Analizzando la situazione più nello specifico si nota come le zone rimangano perlopiù invariate a livello di città, con in testa Roma (1 milione di utilizzi), seguita da Milano (950mila) e Napoli (244mila).

Il momento in cui la corsa al codice sconto si fa più importante è senza ombra di dubbio quello del Black Friday, evento di spicco dello shopping online, nato negli Stati Uniti e diffusosi a macchia d’olio in tutto il mondo, non solo tra i negozi virtuali. Seguono a ruota l’appuntamento dei Saldi Online e quello del Cyber Monday, quest’ultimo dedicato in particolar modo al settore tecnologico.

Piucodicisconto e la nuova frontiera del risparmio sul Web

Questo 2019 ha già iniziato a dare le prime soddisfazioni agli utenti affascinati dai codici sconto e secondo Alberto Reghelin, fondatore e CEO del sito Piucodicisconto, le premesse per un anno entusiasmante ci sono tutte. Sempre più utenti infatti hanno accesso alle nuove tecnologie e tanti di loro riescono a sfruttare gran parte delle potenzialità che internet è in grado di offrire.

Lo stesso utilizzo dei codici sconto appare oltremodo semplice. Si tratta infatti di stringhe di lettere e numeri che, una volta copiate, possono essere incollate in fase di pagamento all’interno dell’apposito box di testo e attivate, dando diritto a dei vantaggi. Questi ad esempio possono riguardare sconti, fissi o in percentuale, spedizioni gratuite, oggetti in omaggio e offerte speciali, a seconda della tipologia. Un classico codice sconto potrebbe essere: COUPON30.

L’esplosione della mania dei coupon è arrivata in Italia anche grazie alla nascita di importanti realtà come quella di Piucodicisconto, la cui storia ha avuto inizio nel 2013, grazie all’intuizione del già citato Reghelin e degli altri 2 fondatori, Davide Baù e Andrea Boffo. Fino ad allora infatti l’offerta dei codici sconto sulle piattaforme italiane era abbastanza caotica, con siti disorganizzati e voucher spesso non funzionanti.

Il portale Piucodicisconto ha avuto il merito di rendere piacevole la ricerca dei codici, proponendo un’interfaccia utente intuitiva e di facile utilizzo, una partnership con oltre 1000 negozi di prestigio, come ad esempio i colossi Amazon e Groupon, e un servizio clienti di primo livello.

Alcune stime attestano che chi può usufruire dei benefici di un codice sconto è 6 volte più propenso a concludere l’acquisto, specialmente se può contare su strumenti innovativi come quelli offerti da siti come Piucodicisconto.com. Tra i tanti è d’obbligo citare un interessante servizio newsletter al quale iscriversi, una funzionalità Alert Offerte estremamente efficiente e un’estensione per browser che permette all’internauta di visualizzare il codice sconto non appena viene inserito sulla piattaforma.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore