lunedì, Dicembre 16

Attentato Sinai: è imploso l’Egitto? Ne parliamo con Giuseppe Dentice, analista dell'ISPI

0

Dopo l’ attacco dell’ aprile scorso contro due chiese cristiane copte, quella di Alessandria e di Tana, un altro attentato, questa volta contro una moschea, in Sinai, rischia far implodere l’ Egitto: i terroristi avrebbero fatto esplodere una bomba nel luogo di culto, durante la preghiera del venerdì, causando circa 90 vittime e 80 feriti. Si sarebbero, inoltre, scagliati contro le ambulanze inviate per i soccorsi.

Il segretario generale della Lega Araba, Ahmed Aboul-Gheit,  ha condannato nei termini più duri l’attentato esprimendo le proprie più sincere condoglianze all’Egitto, e alla sua dirigenza, governo e popolo. Fra le condanne dell’attentato sono giunte anche quelle di Francia, Gran Bretagna, Iraq e Oman.

Dell’ attentato e delle sue consegue per l’ Egitto, ne abbiamo parlato con Giuseppe Dentice, analista esperto di Nord Africa e Medioriente dell’ ISPI.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore