domenica, Novembre 29

Artico, nuove esercitazioni Usa in Alaska E' un'area ricca di minerali e una zona strategica importante, in particolare perché lo scioglimento dei ghiacci rende la regione più accessibile

0

Sembra che la battaglia per il dominio nell’Artico non voglia smettere. Le forze Usa infatti stanno conducendo esercitazioni militari su vasta scala in Alaska questo mese per addestrare le truppe «a combattere e vincere nell’Artico».

L’Artico è un’area ricca di minerali e una zona strategica importante, in particolare perché lo scioglimento dei ghiacci rende la regione più accessibile. Mentre molte nazioni, tra cui Finlandia, Norvegia, Canada e Svezia, hanno strutture di ricerca civili disseminate in tutta l’Artico, Stati Uniti e Russia hanno una forte presenza militare. In particolare Mosca ha tenuto esercitazioni simili lo scorso anno e sono state le più imponenti nella zona dal 1991. Anche la Cina ha recentemente iniziato a stabilire la propria presenza nella zona, segno che sarà questa una delle aree contese in futuro.

L’Arctic Edge 2018 in Alaska è la prima esercitazione del genere per gli Usa dopo oltre tre decenni. Truppe da circa 20 unità addestrate in condizioni climatiche estreme son ostate impiegate per questi test. La task force Arctic Edge include membri dell’Aeronautica, dell’Esercito, della Guardia Costiera, del Corpo dei Marines e della Marina. Le forze sperimentano nuove attrezzature e praticano manovre di terra e di aria a lungo raggio.

(video tratto dal canale Youtube di RT)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore