martedì, Luglio 16

Arriva la chirurgia virtuale VR: aiuterà pazienti e studenti I chirurghi cinesi stanno usando le piattaforme di trasmissione dal vivo VR per insegnare agli studenti

0

Le industrie dei media cinesi hanno utilizzato la trasmissione in diretta e la tecnologia della realtà virtuale per anni. Ora la comunità medica della Cina e i chirurghi cinesi stanno usando le piattaforme di trasmissione dal vivo VR per insegnare agli studenti e lasciare che i pazienti provino l’esperienza della medicina chirurgica.

Ad eseguire il primo intervento chirurgico VR in Cina è stato l’ospedale Zhongshan il 20 luglio. Le speciali telecamere e i sensori hanno trasmesso una complicata epatectomia (un’asportazione chirurgica totale o parziale del fegato) in tempo reale, mostrando esattamente come un gruppo di chirurghi ha eseguito l’operazione. Tre pazienti, che hanno anch’essi subito interventi chirurgici al fegato, hanno guardato in soggettiva l’operazione, mentre un gruppo di medici stagisti ha osservato e imparato. Gli occhiali VR hanno dato agli spettatori un reale punto di vista dell’operazione chirurgica: infatti creano un ambiente quasi reale che permette soprattutto ai pazienti di capire come funziona un’operazione chirurgica a cui si devono sottoporre, mitigando così i timori ad essa collegati. Ora l’ospedale affiliato alla Fudan University ha in programma di utilizzare la tecnologia VR per dare ai pazienti e alle loro famiglie una più chiara comprensione delle operazioni che li aspettano. Così i medici non dovranno più utilizzare carta e penna per disegnare le procedure, come è sempre stato convenzionalmente fatto, ma potranno mostrare realmente quello che accadrà una volta entrati nella sala operatoria. L’ospedale spera così che questa nuova tecnologia possa contribuire a rafforzare la fiducia e la comprensione tra i pazienti e i medici.

Anche in California, proprio in questi giorni, gli studenti di medicina saranno in grado di guardare un intervento chirurgico di ernia dal vivo grazie alla realtà virtuale a 360 gradi (VR). L’intervento sarà trasmesso da GIBLIB, una piattaforma online per i medici e studenti di medicina per condividere i video delle lezioni e degli interventi chirurgici.

 

 

(video tratto dal canale YouTube di CCTV News)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore