sabato, Ottobre 24

Amazon: profitti oltre ogni previsione La società ha registrato il suo più grande profitto . Volano in alto i guadagni di Amazon

0

Amazon ha annunciato il suo più grande profitto nella storia della società: la compagnia ha registrato quasi un utile netto di 513 milioni di dollari, nel primo trimestre del 2016, con un incremento del 28% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, quando aveva registrato una perdita di 57 milioni di dollari. Gli utili, pari a 1,07 dollari per azione contro i 58 cent pronosticati dagli analisti, hanno superato di gran lunga le aspettative del mercato. L’incremento coinvolge soprattutto Amazon Prime, che ha visto crescere la sua attività del 32%, negli Stati Uniti. Così, Amazon si conferma un colosso tra i venditori on-line e, a Wall Street, il titolo ha guadagnato il 13%.  I ricavi, in totale, sono risultati pari a 29,1 miliardi di dollari, ben al di sopra dei 27,98 miliardi di dollari attesi dagli analisti.

Un risultato sorprendente, se si pensa che gli utili globali delle aziende americane sono in calo, per il terzo trimestre consecutivo. Una crisi finanziaria lunghissima, dove a pesare è soprattutto il rallentamento dell’economia e il calo dei prezzi del petrolio.

Nel frattempo, insieme ad Amazon, crescono i profitti di Facebook e Linkedin, contrariamente a quanto accade a Apple, Microsoft, Google e Netflix.

 

(Video tratto dal canel Youtube: wochit business)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore