giovedì, Ottobre 29

Airbus e Boeing: ordini da record In totale in una sola giornata le due società hanno portato a casa ordini per 76,5 miliardi di dollari

0

Momento d’oro per Airbus e Boeing. Nel vero senso della parola. Partiamo dal consorzio europeo, i cui principali azionisti sono i Governi di Francia e Germania, investitori privati e il governo spagnolo, che ha annunciato il più grande accordo commerciale della sua storia, aggiudicandosi un ordine valutato intorno ai 50 miliardi di dollari per 430 aerei della famiglia A320neo/A321neo da parte della società di investimenti americana del settore Indigo Partners.

In particolare si prevede la vendita all’americana Frontier Airlines, alla messicana Volaris, alla cilena JetSmart e all’ungherese Wizz. L’ammontare esatto della commessa è 49,5 miliardi, mentre l’intesa dovrebbe essere finalizzata entro il termine dell’anno. E si parla anche di possibili intese vicine con EgyptAir Airlines per una flotta di A320 e un ulteriore contratto con la compagnia aerea low cost FlyDubai.

Ma la concorrenza americana non è rimasta a guardare: dall’alto delle sue più che doppie commesse rispetto all’avversaria, ecco l’ufficialità di un accordo con FlyDubai, alla quale andranno 225 vettori a medio raggio 737 MAX, che in base ai prezzi di listino corrispondono ad un controvalore di 27 miliardi di dollari.

In totale in una sola giornata Airbus e Boeing hanno portato a casa ordini per 76,5 miliardi di dollari.

(video tratto dal canale Youtube di EL PAIS)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.